facebook rss

Amianto nelle scuole Mazzini,
il Pd: “Sindaco cambi mestiere”

FABRIANO - Il Segretario del Pd Fabriano Francesco Ducoli si fa sentire contro Santarelli e la scelta di far una variazione a bilancio per la mancanza di alcuni fondi che erano stati resi disponibili nello scorso bilancio previsionale per la bonifica delle Mazzini dall'amianto. "Santarelli cambi mestiere", l'invettiva
Print Friendly, PDF & Email

A destra in piedi Francesco Ducoli

 

Non ci sarebbero più i soldi per i  lavori di bonifica della scuole Mazzini dall’amianto né per il progetto di ammodernamento dell’illuminazione pubblica con luci a led, che era stato annunciato dall’assessore Bolzonetti come un modo per recuperare 200mila euro all’anno. Così annunciato in consiglio comunale, tanto da dover prevedere una variante. Il PD locale non ci sta e manda una nota di polemica nei confronti dell’amministrazione: “Il bilancio pubblico è una strana bestia, per cui il giorno prima ci si vanta di avere un tesoretto a disposizione, il giorno successivo il Comune è sul lastrico” – afferma Ducoli, segretario del Pd locale “Tanto da dover sacrificare uno dei punti che i 5 stelle hanno speso con maggior veemenza in campagna elettorale ed anche successivamente e cioè la salvaguardia della salute dei ragazzi. Se è opportuno evacuare la scuola Giovanni Paolo II per vulnerabilità sismica, non è altrettanto opportuno eliminare un rischio, come quello dell’amianto, dalle Mazzini?”, chiede il Pd.

Il centro della polemica è questo: “Non ci sono i soldi”, ma “in tipico stile Santarelli, la colpa è di qualcun altro; si è sentito ingannato da non ben definiti soggetti: ‘ci è stato fatto credere di avere a disposizione fondi che in realtà non esistono’, dichiarazioni sulle quali ritengo sia doveroso nei confronti di tutti fare al più presto massima chiarezza.” “Eppure l’intervento sulle Mazzini era stato già previsto in bilancio da parte della Giunta precedente – continua Ducoli  – Forse più che inganno, si tratta di incapacità di lettura e gestione delle risorse pubbliche”. Infine il Pd suggerisce di “evitare di spendere 200.000 € per il Natale e l’acquisto del giocattolo, la pista di pattinaggio, si vocifera, già inutilizzabile” e poi l’invettiva “Cosa stanno facendo in Comune un Sindaco che firma un bilancio e poi dice di essere stato “ingannato” e un  Assessore al Bilancio che prima afferma un avanzo di 3 milioni e poi depenna un intervento programmato da anni che incide sulla salute dei bambini? Forse dovrebbero cambiare mestiere”. (S.B.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X