facebook rss

Scuola Falcone in ecofesta:
alberi piantati al parco Mendez
per ricordare Capaci (Video)

ANCONA – Gli allievi della scuola elementare di piazza Salvo d'Acquisto hanno ricordato il 26esimo anniversario della strage di Capaci con il progetto di educazione alla legalità e cura del proprio quartiere
Print Friendly, PDF & Email

 

Forte e sentita la festa organizzata oggi sabato 26 maggio dalla scuola elementare Falcone di Ancona, istituto comprensivo “Quartieri Nuovi”, in occasione 26esimo anniversario della strage di Capaci, nell’ottica di un’educazione alla legalità anche dal punto di vista ecologico. Si è trattato del momento finale del programma internazionale Eco-Schools per l’educazione ambientale della cittadinanza e della comunità scolastica e locale al rispetto delle buone pratiche di tutela della natura, che ha coinvolto gli alunni del plesso durante tutto l’arco dell’anno scolastico 2017-2018. Già da tempo la Scuola “Falcone” si è resa sensibile alle tematiche della legalità, coinvolgendo il quartiere in cui opera. Quest’anno ha declinato il suo intervento nel filone ambientale, incastonando tale iniziativa in un sentiero costellato da diverse “pietre miliari”: a novembre l’incontro “Ecomafia: ladri del futuro” tenuto dalla criminologa Flavia Fiumara; quindi la partecipazione al Progetto di cittadinanza attiva “Io decoro Ancona, e tu?”, in cui è risultata vincitrice del Primo Premio nella sezione Scuola Primaria; l’adesione a “M’illumino di meno”, in occasione della giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili il 23 febbraio; in aprile l’attività di educazione stradale condotta nelle classi dalla Polizia Municipale; l’attivazione del “Piedibus”, animato dalla nutrita partecipazione di alunni e genitori volontari; l’operazione “Spiagge pulite”, che ha visto gli allievi all’opera in alcune zone di Portonovo; ed infine il concorso nazionale bandito dalla “Fondazione Falcone” in memoria del giudice ucciso dalla mafia, in cui è risultata vincitrice nelle Marche e grazie al quale ha partecipato con una rappresentanza di alunni ed insegnanti alla commemorazione del 23 maggio, prima a bordo della Nave della Legalità con ragazzi e ragazze da tutta Italia, dove è stata accolta dalla criminologa Fiumara, e poi per le vie di Palermo per dire no alle mafie. Al culmine della cerimonia, toccante è stato l’intervento dell’insegnante Maria Grazia Gemini che ha accompagnato quattro ragazzi delle quinte, in rappresentanza di tutta la scuola, sulla Nave della Legalità ed in corteo lungo le strade di Palermo. L’Inno di Italia ha coronato il momento di raccoglimento. Poi è stato dato il via al divertimento. La prima e le seconde si sono recate al Parco Mendéz, dove ad attenderle c’era il gruppo M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) ANCONA 2, insieme a cui hanno piantato sei nuovi alberi coinvolti in un percorso animato, mentre le classi terze, quarte e quinte sono rimaste in piazza per partecipare ai giochi di quartiere. Infine uno scatenato corteo di bambini, insegnanti e genitori a ritmo di musica ha raggiunto il parco Mendez. Lì un girotondo finale a suon di saltarello, proposto dagli animatori del Centro Socio Ricreativo “L’Albero delle Idee”, ha concluso l’allegra festa a cui è seguito il picnic delle famiglie della scuola.

(foto e video Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X