facebook rss

Casa svaligiata, il palo dei ladri
attacca briga
con i vicini per distrarli

CERRETO D’ESI – L’auto parcheggiata male e il diverbio con il vicinato era solo una scusa per coprire i complici al lavoro, che nel frattempo hanno ripulito un appartamento al piano terra forzando una finestra
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Parcheggia male e attacca briga con i vicini di casa, ma l’auto lasciata in mezzo alla strada era solo una scusa: nel frattempo i suoi complici si sono introdotti in un appartamento al piano terra, forzando la finestra, e l’hanno ripulita di oro e gioielli. E’ successo domenica sera a Cerreto d’Esi attorno alle 21,30 in via Verdi. Colpita una palazzina di quattro appartamenti, la casa ad essere svaligiata era al piano terra. I ladri, approfittando dell’assenza dei padroni di casa, hanno portato via oro e preziosi per un valore di circa 3mila euro. A coprirli durante l’azione c’era il loro complice, che si è finto un automobilista maldestro. Durante il colpo infatti, ad attirare l’attenzione dei vicini di casa era stata un’auto, una berlina grigio chiara, parcheggiata fuori dagli spazi regolari della sosta. L’automobilista ha così intrattenuto il vicino di casa, discutendo a causa di quel parcheggio fatto male. Solo al termine del colpo, il palo ha tolto il disturbo e liberato la strada. Al rientro nell’abitazione, i proprietari hanno ritrovato la casa a soqquadro e denunciato il furto ai carabinieri. I militari della stazione locale hanno dunque ascoltato i vicini di casa, che hanno raccontato l’episodio della lite per il parcheggio, avvenuto proprio nell’orario del colpo in casa. Per i carabinieri che conducono le indagini non ci sono dubbi sulla relazione tra i due fatti. Ora si cerca la berlina grigio chiara utilizzata dalla banda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X