facebook rss

Web wedding series, in duecento
si candidano per diventare Tom e Sibilla

ASCOLI - In corso di svolgimento fino a domenica all'ex Cartiera Papale il casting per la scelta dei protagonisti della sei puntate che saranno prodotte con il sostegno della Marche Film Commission
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Matteo Petrucci, Alberto De Angelis e Andrea Giancarli

Oltre 200 richieste per diventare i protagonisti della web wedding serie “Non voglio mica la luna”. Sono giunti ad Ascoli da tutta Italia gli aspiranti “Tom” e “Sibilla”, la coppia che sarà protagonista delle sei puntate della serie sostenuta dalla Marche Film Commission, per il casting in corso fino a domenica all’ex Cartiera Papale. Presenti anche numerosi giovani attrici ed attori già protagonisti di fiction e di ruoli, anche con registi di grido come Cristina Comencini, dopo aver studiato nelle più prestigiose scuole di teatro italiane.  Oltre ai due protagonisti le selezioni riguardano anche una decina di ruoli principali della web serie le cui riprese inizieranno ad agosto nel Piceno e in altre località marchigiane. «Sono soddisfatto dell’inizio del casting –dice il regista Andrea Giancarli affiancato dagli sceneggiatori Petrucci e De Angelis– Si sono presentati attori molto validi e abbiamo a disposizione un buon “materiale” su cui poi scegliere i protagonisti tra i candidati locali e quelli giunti da tutta Italia». E’ stata richiesta anche la conoscenza dell’inglese.

Un momento del casting

«Sono rimasto molto colpito dalla professionalità degli attori giunti ad Ascoli per il casting –dice Sandro Angelini, produttore della web serie e presidente di Piceni Art for Job- ed anche dal livello del cast tecnico messo in piedi per la web serie. Viste le numerose richieste giunte da tutta Italia abbiamo permesso l’invio di selftape su parti recitate da noi fornite per rimanere nei tempi previsti e soddisfare le aspirazioni di tutti»

Il cast tecnico di “Non voglio mica la luna”, serie web ideata e prodotta da Piceni Art For Job, è composto dal regista Andrea Giancarli, l’organizzatore generale e direttore esecutivo Francesco Appoggetti, gli sceneggiatori Matteo Petrucci e Alberto De Angelis, quest’ultimo anche direttore di produzione, la Xentek per le riprese, Marzia Ascani per la scenografia, Gina Galieni in qualità di attrezzista, e Nazzareno Menzietti segretario di produzione. 

LA TRAMA

In breve la trama della serie web, che si articola in sei episodi, coinvolgenti e ricchi di stravolgimenti e colpi di scena: Sibilla e Tom sono due giovani innamorati alla vigilia delle nozze. Mancano cinque giorni alla cerimonia civile che celebrerà la loro unione. A Offida, paese natale di lei, sono già arrivati gli inglesissimi parenti e amici stretti dello sposo, amanti della cultura italiana ed intenti a scoprire le bellezze della regione che li ospita. Le Marche.

Tom, meticoloso pianificatore, costantemente orientato verso il pieno controllo di ogni situazione, ha accuratamente predisposto tutto per il grande giorno. Ma non si può prevedere l’inimmaginabile. La sposa esordisce con una richiesta sul filo dell’assurdo: bisogna cambiare matrimonio, non più un matrimonio civile ma un matrimonio religioso. Sibilla, le cui richieste possono sembrare eccessive e capricciose, in realtà deve risolvere un complesso puzzle.

Tra le principali location delle Marche scelte per i sei episodi della serie web: Ascoli Piceno, la Riviera delle Palme, Offida e l’entroterra piceno, i Sibillini, Montefalcone Appennino, Castelfidardo e Urbino. La villa del matrimonio di Sibilla e Tom sarà il Borgo Storico Seghetti Panichi (Castel di Lama). Tra i partner del progetto: Compagnia dei folli, l’azienda vitivinicola Ciù Ciù e Osteria Cantina Offida. 

La serie web sarà visibile e diffusa online in particolar modo su YouTube e sulla web TV Piceni.tv – la cui programmazione è caratterizzata da video-reportage sul territorio (italiano/inglese), cultura, arte, storia, artigianato, arte contemporanea, borghi storici, tradizioni – e nell’ambito del portale di promozione turistica YouPiceno.it (italiano/inglese) e nei portali regionali, di ambito cineaudiovisivo e turistico. La promozione del territorio marchigiano portata avanti attraverso la serie web, la vedrà protagonista anche in festival e fiere del settore.

Turismo, è l’ora della web wedding series «Puglia troppo vista, meglio le Marche»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X