facebook rss

Il centro massaggi è una copertura:
polizia sequestra la casa chiusa del sesso (Video)

MONTEMARCIANO – L'indagine partita dalla denuncia di una delle donne sfruttate, denunciata la 40enne cinese che gestiva l'attività. Clienti insospettabili identificati e ascoltati dagli investigatori
sabato 7 Luglio 2018 - Ore 12:05
Print Friendly, PDF & Email
Il sequestro del falso centro massaggi

 

Il centro massaggi è tutta una copertura, la polizia sequestra la casa del sesso a Montemarciano. Sigilli posti al centro benessere e denunciata per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione una 40enne di origine cinese, titolare dell’attività. La donna è accusata di aver indotto alla prostituzione le ragazze connazionali, la denuncia è partita proprio da una delle dipendenti del centro benessere, costretta alle pratiche sessuali con i propri clienti. La richiesta di aiuto della ragazza ha innescato le indagini durate più di un anno. Dal marzo 2017 gli investigatori della squadra mobile della questura di Ancona, gli agenti del commissariato di Senigallia e la polizia scientifica sono stati impegnati a raccogliere le prove dei reati, anche tramite riprese audio-video con cimici all’interno dei locali del centro massaggi. L’impianto probatorio non ha lasciato dubbi alla Procura e al pm titolare delle indagini Mariangela Farneti, così ieri pomeriggio alle 17 è scattata l’esecuzione dell’ordinanza di sequestro dei locali e la notifica dell’avviso di garanzia a conclusione delle indagini preliminari per la titolare dell’attività. Le indagini della polizia hanno testimoniato la numerosa frequentazione del centro massaggi, da parte di clienti di ogni fascia sociale che consumavano rapporti sessuali a pagamento, spesso chiedendo anche pratiche sessuali assurde e bizzarre, come provano le stanze allestite come un “asilo nido”. Molti dei numerosi clienti riconosciuti e identificati dagli investigatori durante la fase delle indagini tecniche sono stati convocati negli uffici della squadra mobile per essere ascoltati.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X