facebook rss

“Senigallia Sotterranea”:
va in scena “Il Soffio degli Dei”

EVENTI - Venerdì l'area archeologica ospiterà una rilettura dell'opera "Le Troiane" di Seneca
lunedì 6 Agosto 2018 - Ore 11:13
Print Friendly, PDF & Email

La locandina dell’evento

 

Nuovo appuntamento con la rassegna “Senigallia Sotterranea”. Venerdì 10 agosto, alle ore 21.15, l’area archeologica La Fenice ospiterà lo spettacolo “Il Soffio dei Dei”, lettura scenica liberamente tratta da “Le Troiane” di Lucio Anneo Seneca con Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini, Silvia Siravo, Guenda Goria, Massimo Reale e il coordinamento scenico di Angelica Fei. Dopo la caduta della città di Troia, vinta dai Greci condotti da Agamennone, le donne della Città vengono assegnate tramite sorteggio agli alti ranghi dell’esercito dei vincitori. Al dolore di Ecuba e Andromaca per la caduta di Troia e per il triste destino di deportazione in Grecia si aggiunge, annunciata da Elena, la drammatica richiesta di un doppio sacrificio umano: l’uccisione di Polissena, ultime delle figlie del re di Troia, e quella del figlio di Andromaca e Ettore: Astianatte. Soltanto il massacro dei due bambini consentirà alla flotta greca di avere venti favorevoli al ritorno in patria. La lettura scenica di una tragedia come “Le Troiane” di Lucio Anneo Seneca rappresenta per gli interpreti una intrigante sfida attoriale e una possibilità: restituire con la sola voce dell’attore i drammi, i conflitti e le emozioni che il teatro ci ha abituato a vedere “agiti” sul palcoscenico. Lo spazio teatrale che è, allo stesso tempo, arena e strumento espressivo, trova nelle scenografie, nei costumi e nell’azione potenti alleati al servizio della fruibilità del testo e questa lettura, vuole essere un’azione di prepotente ritorno alla radice stessa del materiale tragico: la parola e il suo potere di esprimere il dolore assoluto di quel mondo femminile violentato e deportato dopo la caduta della città di Troia. Nei cinquanta minuti circa di lettura scenica saranno soltanto i rumori di ambiente, il porto dal quale la flotta greca attende impaziente di poter tornare in patria dopo dieci anni di guerra, a sostenere lo svolgersi degli avvenimenti, come un’eco del tempo più che realtà oggettivamente presente. Il tentativo di tornare alla parola, liberata dalle astuzie della teatralizzazione per restituire a chi ascolta il potere evocativo della composizione di Seneca, è possibile soltanto grazie al talento vocale e interpretativo di Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini, Silvia Siravo, Guenda Goria e Massimo Reale.

Il costo del biglietto è di 10 euro (posto unico). Prenotazione obbligatoria al numero 0716629453 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13) o all’indirizzo e-mail circuitomuseale@comune.senigallia.an.it.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X