facebook rss

Lascia il ferro da stiro acceso,
il fuoco distrugge la camera da letto

CASTELFIDARDO - Il rogo nell'abitazione di via Montegrappa è divampato verso le 13. Sul posto i vigili del fuoco di Osimo e Ancona ed i carabinieri di Castelfidardo. Il proprietario dell'abitazione, che aveva inalato fumo e si è ustionato le mani nel tentativo di soffocare le fiamme, ha preferito ricevere cure sanitarie sul posto rifiutando il ricovero
Print Friendly, PDF & Email

IL fumo che fuoriusciva dall’appartamento di via Montegrappa

Un incendio è divampato verso le 13 di oggi in un appartamento di Via Montegrappa a Castelfidardo e sul posto sono confluite diverse squadre dei vigili del fuoco di Osimo e Ancona per domare le fiamme. La padrona di casa  si era dimenticata il ferro da stiro acceso in camera da letto dove aveva sistemato l’asse e i panni. Un corto circuito elettrico accidentale partito dall’elettrodomestico ha originato il rogo che ha divorato gli abiti e completamente distrutto i mobili della stanza, dal materasso all’armadio. I pompieri hanno lavorato per ore prima di avere ragione sulle fiamme e dichiarare non fruibile l’appartamento dove abita una famiglia  di 50enni con una figlia. Sul posto è arrivata anche una pattuglia dei carabinieri ci Castelfidardo.

La donna si è accorta delle fiamme quando nel primissimo pomeriggio è scattata la corrente elettrica in casa. Solo allora ha percepito odore di bruciato e quando si è diretta verso la stanza da letto l’ha trovata avvolta dal fuoco. Il compagno, A.I., di 59 anni, che si trovava in garage, è rientrato a casa ed ha tentato di soffocare le lingue di fuoco ma è rimasto quasi intossicato per aver inalato fumo e  si è procurato delle lievi ustioni sulle mani. Ha preferito però ricevere cure  sanitarie sul posto dagli operatori del 118 rifiutando di essere accompagnato all’ospedale. L’appartamento che si trova al terzo piano del palazzo è agibile ma impraticabile per i danni da fumo stimati in circa 10mila euro. In atteso del necessario restyling, la famiglia sarà ospitata da un parente  che abita nello stesso palazzo.

(servizio aggiornato alle 17.30)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X