facebook rss

Bikers e vigili del fuoco
per l’ultimo saluto a ‘Chicco’ Lucidi

MONTEMARCIANO – I funerali si sono svolti in forma solenne per il pompiere deceduto in servizio venerdì sera, precipitato da una finestra della caserma provinciale di via Bocconi
Print Friendly, PDF & Email

 

Il feretro trasportato da un’autoscala dei vigili del fuoco, avvolto nel tricolore, sull’altare due caschi, simboli delle sue passioni: un elmo da pompiere e un casco da motociclista. Bikers, autorità e tanti cittadini hanno partecipato oggi pomeriggio alla chiesa di Santa Maria della Neve e San Rocco a Marina di Montemarciano ai funerali celebrati in forma solenne per dare l’ultimo saluto a Cristiano Lucidi. Il 47enne, sposato e padre di due figli, è deceduto tragicamente venerdì notte, al termine del suo turno di lavoro. E’ stato fatale il volo dalla finestra del sesto piano del comando provinciale di via Bocconi ad Ancona, nonostante Lucidi abbia lottato per la vita fino al pronto soccorso di Torrette. Secondo la ricostruzione del terribile episodio effettuate dagli investigatori della squadra mobile della questura di Ancona, ascoltati numerosi colleghi testimoni, ‘Chicco’ sarebbe salito su quella finestra per aggiustare una tapparella: un gesto compiuto d’impeto per spirito di servizio, che per un incidente si è trasformato nel dramma.

Il vigile del fuoco, Cristiano Lucidi

Durante tutto il corteo funebre, la folla commossa ha accompagnato il feretro, scortato da una delegazione dei colleghi di lavoro e di alcuni amici bikers, amanti delle motociclette come Lucidi. Nella chiesa il rito è stato officiato dal Vescovo di Senigallia Monsignor Francesco Manetti, presenti il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giorni, il Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco, Antonio La Malfa, il Comandante provinciale, Dino Poggiali e altre autorità civili e militari tra cui li sindaco di Montemarciano Liana Serrani e il comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carozza. Al termine delle esequie il Comandante Provinciale ha donato ai familiari di Cristiano l’elmo e il Tricolore che avvolgeva la bara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X