facebook rss

Sfruttavano giovani squillo:
denunciati maitresse e pensionato
Casa del sesso sequestrata

ANCONA - Si tratta di un immobile del centro finito al centro di un'operazione della Squadra Mobile dorica. Per i due deferiti le accuse sono sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione: pretendevano 700 euro settimanali da ognuna delle prostitute, tutte ragazze sudamericane
sabato 13 Ottobre 2018 - Ore 15:07
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Pretendevano 700 euro a settimana da ciascuna squillo come affitto e “tassa” sulle prestazioni sessuali: denunciati una 50enne e il suo aiutante, un pensionato di 68 anni. Le accuse sono di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. L’operazione compiuta dalla Squadra Mobile dorica ha portato anche al sequestro di un immobile in centro. Era qui che venivano ospitate giovani squillo sudamericane per ricevere i loro clienti. Le prostitute dovevano pagare 350 euro la settimana per occupare l’appartamento, di proprietà della 50enne.  Il fedele aiutante era assegnato alle mansioni pratico/operative come per esempio andare a prendere le giovani sudamericane alla stazione di Ancona ed accompagnarle nell’appartamento dove si prostituivano. Si occupava anche delle inserzioni online degli annunci hot. Oltre a questo servizio, il pensionato provvedeva  riscuotere settimanalmente da ciascuna ragazza la somma di 350 euro. Ci hanno pensato i poliziotti della Squadra Mobile a scovare la casa a luci rosse,  fingendosi clienti dopo aver risposto ad un annuncio hot pubblicato on line che invitava uomini di ogni età “a fare sesso in casa …”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X