facebook rss

Raffica di incidenti in città,
paura per un bimbo di 11 anni

JESI - Una giornata all'insegna di tamponamenti ed incidenti stradali, complice l'asfalto bagnata
martedì 16 Ottobre 2018 - Ore 19:54
Print Friendly, PDF & Email

L’incidente in via Gramsci.

Una raffica di incidenti si è registrata oggi a Jesi e lungo le principali arterie stradali. Per lo più di tamponamenti e scontri senza gravi conseguenze per i coinvolti. L’allarme che ha fatto maggiormente temere è scattato stamattina alle 7,45 per una vettura ribaltata con a bordo nonno e nipotino di 11 anni. La macchina, una Suzuky Jimny, condotta dal nonno (76 anni) stava affrontando una salita che collega via Montelatiere di Jesi con via dell’Agraria, quando le gomme hanno perso aderenza e s’è ribaltata sul fianco. Tanta paura per il bambino, che è scoppiato a piangere e non riusciva a calmarsi. Sono stati soccorsi dall’automedica del 118, dall’ambulanza della Croce gialla di Morro d’Alba, dai vigili del fuoco e dalla Polizia locale. Nonno e nipote sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi con due codici gialli.
Mentre in via Gramsci, poco dopo, tre vetture – una Fiat Punto, una Daewoo Matiz e una Citroen C2 – si sono scontrate nei pressi del semaforo all’incrocio con viale Verdi. Le conducenti, tutte donne, non hanno riportato ferite. Sul posto i Carabinieri.

Il suv finito contro il muro in piazza Pergolesi.

Un altro incidente, sempre nella mattinata, in via Ricci nei pressi della rotatoria del Multisala. Due auto si sono scontrate con danni solo ai mezzi. Ancora paura sempre in mattinata per un tamponamento tra 4 veicoli in via Minonna, alla rotatoria, in cui è rimasta leggermente contusa una donna al sesto mese di gravidanza, trasportata in ospedale in codice giallo. Alle 13,45 i sanitari della croce verde hanno soccorso un 17enne colombiano ma residente a Jesi che era caduto lungo viale della Vittoria con lo scooter a causa dell’asfalto viscido. Alle 12,30 invece in piazza Pergolesi un 48enne alla guida del suo suv Mercedes ha avuto un malore e non ha fatto in tempo a fermare la macchina, che è finita contro un muro. L’uomo è stato trasportato in ospedale dall’ambulanza della Croce verde. Nel pomeriggio i vigili del fuoco sono di nuovo intervenuti insieme alla croce verde di Jesi per soccorrere un 41enne albanese residente a Monsano che aveva perso il controllo della sua Alfa 147, capottando. È successo verso le 17 in via Sant’Antonio alle porte di Monsano. L’uomo è stato accompagnato in pronto soccorso con un codice giallo traumatico per la dinamica del sinistro.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X