facebook rss

Vendita iGuzzini, sindacati chiedono incontro:
«Fondamentale un piano di sviluppo»

RECANATI - Filctem-Cgil e Ugl sulla lettera di intenti che prevede il passaggio del 100% delle quote dell'azienda recanatese alla svedese Fagerhult: «Quali che siano le motivazioni sottese all’operazione, rivendichiamo investimenti e occupazione». Prevista un'assemblea con i lavoratori. Il sindaco Fiordomo: «Auspico un potenziamento»
Print Friendly, PDF & Email

Adolfo Guzzini oggi all’incontro della Fondazione Merloni

 

«Quali che siano le motivazioni sottese all’operazione, rivendichiamo un piano di sviluppo industriale incentrato su investimenti e occupazione». Con queste parole Filctem-Cgil e Ugl commentano la lettera d’intenti, resa nota ieri, con la quale la società svedese Fagerhult dovrebbe acquisire entro l’anno il 100% della iGuzzini Illuminazione.  «Nell’impossibilità di esprimere al momento valutazioni di merito sull’operazione in sé per assenza di dati esaustivi – aggiungono i sindacati – e manifestando una forte perplessità sulla modalità di comunicazione alle parti sociali, ci preme ricordare che fino a poco tempo fa al gruppo Fimag si riconduceva la proprietà, oltre che della iGuzzini Illuminazione e della Fratelli Guzzini, anche della Teuco, tre imprese di grande rilievo sociale per il nostro territorio. La permanenza della Fimag come socio al 20% dopo le cessione dell’80% alla holding Certina non ha impedito il declino della Teuco fino al fallimento, del cui impatto il territorio continua a risentire. Oggi è quindi fondamentale che il confronto sindacale con la proprietà si incentri su quale sia la ricaduta di tutto ciò sulla prospettiva di sviluppo per il territorio. In relazione a ciò, per il tramite di Confindustria, abbiamo già inoltrato richiesta di incontro da tenere nei prossimi giorni». Inoltre è  in programma un’assemblea sindacale con i lavoratori: la iGuzzini conta 1.300 dipendenti. Proprio oggi pomeriggio il presidente Adolfo Guzzini ha parlato della trattativa all’annuale incontro della Fondazione Merloni, assicurando la platea

Francesco Fiordomo, sindaco di Recanati

sulla tenuta occupazionale.

Aspetto fondamentale anche secondo il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo.  «Non sapevo delle trattative in corso e di questo possibile sviluppo – ha spiegato il primo cittadino  – Immagino siamo trattative delicate e riservate, ho appreso solo ieri sera dal comunicato ufficiale. Considerando il valore dell’azienda e i numerosi occupati di Recanati e dei comuni limitrofi auspico che qualsiasi scelta venga presa per potenziare la stessa, renderla sempre più competitiva e garantire i posti di lavoro. Quando sapremo i particolari e ascolteremo i protagonisti potremo dare un giudizio più consapevole. Come sindaco mi preme evidenziare come prioritaria la tenuta occupazionale».

(redazione CM)

IGuzzini agli svedesi, il presidente assicura: «Saranno garantiti i livelli occupazionali»

La iGuzzini vola verso la Svezia

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X