facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Intesa nelle Marche
tra Agenzia delle Entrate
dottori commercialisti ed esperti contabili

ANCONA - Migliorare il rapporto tra il fisco ed i cittadini è l'obiettivo dell'accordo siglato nel capoluogo
Print Friendly, PDF & Email

La firma del protocollo d’intesa tra la direttrice regionale delle Entrate, Rossella Rotondo, e la presidente dell’Unione regionale degli Ordini dei dottori commercialisti ed esperti contabili, Eliana Quintili

 

 

Migliorare il rapporto tra fisco e cittadini. Anche a questo punta la collaborazione tra l’Agenzia dell’entrate e l’Unione regionale degli Ordini dei dottori commercialisti ed esperti contabili della regione Marche, rinnovata con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa siglato ad Ancona dal direttore regionale delle Entrate e dal presidente dell’Unione regionale dei commercialisti  provinciali.

Il protocollo di intesa. L’accordo ha l’obiettivo di incrementare l’uniformità dei comportamenti nel territorio e proporre ai rispettivi organi nazionali soluzioni comuni alle diverse esigenze, ma anche di agevolare l’adempimento degli obblighi fiscali e sviluppare i canali di comunicazione telematica per tendere ad una semplificazione dell’accesso ai servizi di assistenza e di informazione. In questo contesto si inserisce la “tax compliance” – ovvero l’adempimento spontaneo relativo agli obblighi tributari da parte del soggetto che deve adempiere a tali compiti fiscali – da perseguire e consolidare grazie alla realizzazione di concrete forme di cooperazione e di scambio di informazioni, per una sempre maggiore efficacia dell’azione fiscale al servizio della collettività.

«L’Agenzia ha intrapreso da alcuni anni un percorso rivolto a migliorare il dialogo con i cittadini, grazie anche ad una maggiore efficienza nell’erogazione dei servizi − ha dichiarato il direttore regionale delle Entrate, Rossella Rotondo − In Italia l’Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili svolge un ruolo fondamentale per il corretto adempimento degli obblighi tributari ed in generale per la diffusione di una sempre più estesa cultura ed etica fiscale, che configura il primo gradino per una maggiore affermazione di comportamenti positivi e adempimenti spontanei da parte dei contribuenti».
Per il Presidente dell’Unione regionale degli Ordini, Eliana Quintili: «La firma di questo protocollo, in uno spirito collaborativo e non in contrapposizione, garantisce ai contribuenti che i dottori commercialisti ed esperti contabili regolarmente abilitati sono gli unici interlocutori preparati e affidabili a rappresentarli, a tutela anche dell’intero sistema economico e della fede pubblica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X