facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Razzie di oro e contanti a casa
di anziani: in arresto banda rom

INDAGINE - Cinque persone, quattro donne e un uomo di origine sinti, sono state individuate dai carabinieri come i responsabili dei furti commessi ai danni di vecchini soli a casa. L'ultimo colpo è avvenuto ieri sera nel capoluogo dorico, dove erano stati rubati circa 4 mila euro. Di lì, l'inseguimento dei ladri che cercavano di raggiungere il casello di Ancona nord
Print Friendly, PDF & Email

Foto archivio

 

“Posso entrare? Stiamo cercando un appartamento in affitto in questo palazzo”. E’ questa la scusa che avrebbe utilizzato una banda di rom per intrufolarsi a casa di anziani indifesi e derubarli di oro e contanti. L’attività criminosa della gang è finita ieri pomeriggio, quando i carabinieri del Norm di Osimo, guidati dal comandante Luciano Almiento, hanno fermato cinque persone di origine sinti al ritorno dall’ennesimo furto. Il blitz era stato appena perpetrato in un’abitazione di Ancona, dove erano stati portati via alcuni monili d’oro a un’anziana. In arresto sono finiti quattro donne e un uomo, tutti residenti in Abruzzo: si tratta di G.L. (classe ’65), S.G (classe ’77), S.E. (classe ’69), D.G.E. (classe 75) e l’uomo D.G.M. (classe ’70). Sono tutti censurati per reati specifici. Una donna era gravata anche dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con l’obbligo di dimora nel comune di residenza, per cui è stata tratta in arresto anche per tale violazione. L’anziana, alla restituzione dei preziosi rubata, si è commossa e ha subito indossato gli anelli a cui teneva tanto (tra cui le fedi nuziali), ringraziando calorosamente i carabinieri per il lavoro svolto. Stando a quanto emerso dalle indagini, la peculiarità della banda era quella di carpire la fiducia dell’anziana vittima, chiedendo informazioni sugli gli appartamenti in affitto. Una volta ottenuta, una delle donne arrestate e l’uomo, simulando di essere una normale coppia di sposi, si introducevano nell’abitazione intrattenendo la proprietaria. Nel frattempo gli altri componenti della banda entravano di soppiatto per fare man bassa di contanti e gioielli. Una persona, rimasta in auto, fungeva da palo. Nella tarda serata di ieri, i carabinieri hanno intercettato a Osimo il veicolo sospetto con a bordo cinque persone. E’ nato un pedinamento che ha portato i militari fino ad Ancona, nei pressi di un appartamento abitato da un’anziana sola. Una volta riusciti nel blitz, i ladri sono saliti in auto per dirigersi verso l’A14. Gli investigatori, accertato che avevano depredato l’abitazione dell’anziana donna, hanno proceduto al fermo ancor prima che il veicolo facesse ingresso in autostrada. Dall’immediata perquisizione i carabinieri rinvenivano addosso alle donne tutti i monili in oro asportati nonché il denaro contante, subito riconosciuto dalla vittima. Il malloppo ammontava a circa 4 mila euro.  Dalla perquisizione veicolare venivano rinvenuti numerosi oggetti per il travisamento, quali cappelli di ogni forma e colore, guanti, fasce per capelli, foulard, circa dieci paia di occhiali da sole, nonché alcune parrucche bionde, oltre a strumenti di effrazione, torce e vari passe-partout. Dopo le formalità di rito, l’uomo è finito a Montacuto, mentre le quattro donne a Villa Fastiggi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X