facebook rss

Controlli antidroga a scuola,
blitz del cane Anita
nelle aule di Sassoferrato e Arcevia

DUE PATTUGLIE della Compagnia carabinieri di Fabriano ed una unità cinofila di Pesaro hanno controllato l’ingresso in classe dei ragazzi, allo scopo di prevenire il consumo di sostanze stupefacenti. Passate al setaccio una ventina di classi e controllati oltre 270 ragazzi. il tutto senza rinvenire stupefacenti
sabato 17 Novembre 2018 - Ore 11:23
Print Friendly, PDF & Email

Anita, cane carabiniere antidroga dal super fiuto

Mercoledi’ scorso, 14 novembre, i carabinieri di Sassoferrato e Arcevia, nell’ambito di specifici servizi disposti dal Comando provinciale di Ancona, hanno svolto controlli antidroga nei pressi degli istituti scolastici superiori. Due pattuglie della Compagnia carabinieri di Fabriano ed una unità cinofila di Pesaro con il cane Anita hanno controllato l’ingresso dei ragazzi a scuola, allo scopo di prevenire il consumo di sostanze stupefacenti. I controlli sono stati estesi anche all’interno delle scuole ed hanno interessato le aule, i corridoi, i bagni e tutti gli ambienti comuni. in tutto sono state passate al setaccio una ventina di classi e controllati oltre 270 ragazzi. il tutto senza rinvenire stupefacenti.

I controlli a scuola con i cani antidroga rientrano tra le iniziative finalizzate alla diffusione della cultura della legalità tra i giovani e quella condotta dai carabinieri. Non è una operazione di polizia ma è una attività di prevenzione voluta dalla nuova direttiva del ministero dell’interno per ridurre, anche in ambito scolastico, i rischi e le problematiche determinate dall’uso di sostanze stupefacenti. un modo per sensibilizzare i giovani sul grave problema della droga. Nel recente passato analoga attività è stata svolta, sempre dai carabinieri, nei pressi di un istituto scolastico di Fabriano e nel terminal autobus di via Dante che rappresenta un nodo nevralgico per il trasporto scolastico cittadino. In quell’occasione erano stati controllati quattro pullman, decine di aule ed ambienti comuni. I controlli continueranno prossimamente e interesseranno altre scuole.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X