facebook rss

Raid a Matelica e nell’Anconetano:
caccia ad un’Audi A6

FURTI - Altri due colpi potrebbero essere stati messi a segno dalla stessa banda: uno a Matelica e un secondo a Gagliole per un bottino di 800 euro complessivo. In corso le indagini dei carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Corre lungo la direttrice Marche-Umbria, la banda dei furti che a bordo di un’Audi A 6 nera, avrebbe colpito nel tardo pomeriggio di giovedì tra Fabriano, Cerreto D’Esi e Matelica, mettendo a segno in pochissimo tempo cinque furti. In quelle stesse ore sono emersi altri due furti. Uno a Matelica e l’altro a Selvalagli di Gagliole. In entrambi i casi i ladri, forse sempre gli stessi, sono entrati dopo aver forzato finestre o porte finestre e hanno rubato denaro. A Matelica 300 euro, a Selvalagli 500. Da chiarire se siano stati sempre gli stessi ad agire. Le ricerche sono in corso. Una vettura, con tre occupanti, sarebbe stata segnalata da alcuni testimoni, che l’avrebbero vista in azione già in Umbria. La sua presenza era stata notata a Serra San Quirico il 24 gennaio scorso, nei giorni successivi in Umbria, dove sono stati segnalati dai cittadini dei furti nella zona tra Gualdo Tadino e Foligno. Si tratterebbe della stessa auto notata giovedì, quando in poco tempo si sono verificati cinque furti, tutti con le stesse modalità. I ladri avrebbero forzato delle finestre, entrando nelle abitazioni e facendo razzia di contanti ed oggetti preziosi. Il modo in cui hanno agito fa pensare che si tratti di professionisti, a Matelica è stato anche disattivato l’impianto di allarme, che proteggeva l’abitazione sita nel popoloso quartiere di Regina Pacis. I ladri hanno agito in circa un quarto d’ora, poco prima di cena, approfittando del fatto che i proprietari erano a cena fuori. Il bottino era stato di 5mila euro. A dicembre nell’entroterra aveva colpito una banda specializzata in furti da appartamento, formata da due albanesi, che aveva messo a segno dei colpi tra Matelica, Castelraimondo e Camerino, i cui componenti sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Camerino, dopo una caccia all’uomo durata ventiquattro ore, nel corso dell’operazione denominata “Aquile nere”.

Razzia in una casa del centro: colpo da 5mila euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X