facebook rss

Minorenne sparita nel nulla,
scatta la segnalazione della scuola
Ipotesi matrimonio combinato

ANCONA - La ragazza, di origine bengalese, è perfettamente inserita nel tessuto sociale, ma da giorni non si presenta in classe. Il garante dei diritti Andrea Nobili: «Prima di rendere nota questa vicenda si è molto riflettuto. Tuttavia la preoccupazione giustifica un invito pubblico alle istituzioni competenti». Tra le ipotesi, il trasferimento nel paese d'origine per uno sposalizio deciso dalla famiglia
lunedì 11 Febbraio 2019 - Ore 17:07
Print Friendly, PDF & Email

Il garante regionale per i diritti, Andrea Nobili (foto d’archivio)

 

«Prima di rendere nota questa vicenda si è riflettuto molto, data la delicatezza della questione che impone particolare prudenza perché riguarda una ragazza minorenne, alla quale deve essere garantito il diritto alla riservatezza. Tuttavia la preoccupazione giustifica un invito pubblico alle istituzioni competenti affinchè si faccia immediatamente luce sui fatti e si diano risposte rassicuranti in ordine all’eventuale pregiudizio che potrebbe subire la ragazzina». A parlare è il Garante dei diritti, Andrea Nobili, che già da alcuni giorni ha rivolto una richiesta di intervento urgente al procuratore del Tribunale per i minorenni delle Marche e al dirigente dei servizi sociali del Comune di Ancona. La decisione è stata assunta dopo la segnalazione ricevuta da un istituto scolastico di Ancona in relazione a una minore di origine bengalese (quasi 18 anni), perfettamente inserita nello stesso tessuto scolastico e in quello sociale,  ormai da giorni assente dalle lezioni senza una giustificazione plausibile. Nella stessa informativa si faceva anche riferimento a un suo possibile trasferimento in Bangladesh. «La prima preoccupazione – sottolinea Nobili – è stata subito quella di un’eventuale coercizione della minore, in particolare in ordine all’eventualità di un matrimonio combinato. Il tribunale ed i servizi sociali si sono subito attivati». Dopo aver acquisito ulteriori informazioni ed effettuato approfondimenti sulla situazione familiare e sulle frequentazioni della ragazza, nonché sugli avvenimenti riconducibili agli ultimi giorni prima della sua assenza da scuola, il Garante ha deciso di rivolgersi anche al procuratore capo  chiedendo un tempestivo intervento che «consenta di accertare e, se necessario, ripristinare la tutela del supremo interesse della minore». Il Garante sottolinea che «secondo le ultime notizie la ragazza si troverebbe in Bangladesh, ma non si avrebbero certezze concrete sui motivi di questa partenza improvvisa e sulla sua reale volontà di allontanarsi dall’Italia. Ecco, allora, la necessità che vengano posti in essere urgentemente gli interventi per rintracciarla e per assicurarsi che non subisca la lesione dei suoi diritti fondamentali. E’ determinante attivarsi affinchè riprenda il suo normale percorso scolastico e di vita».

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X