facebook rss

Evade dal carcere di Bollate e
si rifugia ad Ancona: arrestato

CATTURA - E' finita sabato sera la fuga di un 35enne pugliese che dopo un permesso premio di 12 ore concesso il 13 febbraio non era più rientrato in cella. L'uomo, che deve scontare una condanna per estorsione, è stato arrestato in via Maggini, dopo che aveva cercato di entrare a Villa Igea
Print Friendly, PDF & Email

Il carcere di Montacuto

 

Non torna da un permesso premio concesso dal carcere di Bollate (Milano), si dà alla fuga e viene catturato ad Ancona. E’ finito in manette sabato sera un 35enne che a partire dal 13 febbraio si era dato alla latitanza non tornando in cella dopo 12 ore di libertà. Si tratta di un barese condannato in via definitiva per estorsione e per cui il fine pena è previsto per il 2024. L’uomo sarebbe venuto nelle Marche con il treno, cercando appoggio da un conoscente. Il contatto, però, sarebbe sfumato, tanto che il 35enne sabato sera ha vagato per la città, cercando un riparo a Villa Igea. «Ho tentato il suicidio, fatemi entrare». A quel punto, è intervenuta la Volante della questura, poi la Polizia Penitenziaria. E’ stato appurato che l’uomo non aveva commesso alcun gesto autolesionista. E’ stato arrestato con l’accusa di evasione e condotto a Montacuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X