facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Stadio Dorico, Manarini: «Obiettivo è finire i lavori
entro prossima stagione sportiva»

ANCONA – L'assessore competente, rispondendo oggi in Aula ad un'interrogazione del consigliere del Movimento 5 stelle Quacquarini, ha fatto il punto sul cantiere che nasce da un progetto del 2013 e avrà un costo di 2,4 milioni di euro (700 mila euro per il primo stralcio, che riguarda il 2019). Il restyling prevede il rifacimento del manto in erba sintetica, un nuovo campo da calcetto coperto e un impianto di illuminazione led 2.0
Print Friendly, PDF & Email

Lo stadio Dorico (foto d’archivio)

 

Il nuovo corso dello Stadio Dorico dovrebbe partire dalla prossima stagione sportiva. Il condizionale è però d’obbligo, e a sottolinearlo è lo stesso assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini che, rispondendo oggi in Consiglio comunale ad un’interrogazione del pentastellato Gianluca Quacquarini, ha evidenziato che «nelle gare e nelle parti burocratiche che non dipendono dall’amministrazione, ma da soggetti terzi, possono venir fuori sorprese impreviste ed imprevedibili». L’obiettivo resta comunque quello di avviare i lavori prima dell’estate e portare a compimento il cantiere per settembre/ottobre, nella parte concernente il primo stralcio da 700 mila euro che include il rifacimento del manto in erba sintetica ed il nuovo impianto di illuminazione, nonché la realizzazione del campo da calcio a cinque. «Per questa parte – spiega Manarini – è già stato redatto un progetto definitivo che sarà approvato una volta approvato il bilancio. Per quanto riguarda la nuova illuminazione, verranno realizzati otto nuovi pali di 15 metri, posti lungo i lati del campo da gioco, al di sopra dei quali verranno collocati 36 fari led che garantiscono l’illuminazione media prevista dalla normativa Coni. In base a progetto preliminare del 2013, a cui sono stati apportati solo alcuni aggiornamenti sui prezzi – fa poi il quadro generale l’assessore –, sono stati postati 700 mila euro nel 2019, 900 mila nel 2020 e 800 mila nel 2021». Un progetto complessivamente del valore di 2,4 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X