facebook rss

Sorprende il ladro su un albero
del giardino e fa fallire il colpo

OSIMO - Serata di spavento per una coppia con un bimbo di 2 anni che abita in una villetta di via D'Ancona. Dopo aver sentito un forte rumore provenire dalla serranda del garage, il padrone di casa è uscito all'estero e ha intravisto nell'oscurità lo sconosciuto appollaiato sulla pianta. "Mi sono messo a gridare e l'ho fatto fuggire per campi. Era già riuscito a forzare la finestra del bagno, al primo piano della nostra abitazione" racconta
Print Friendly, PDF & Email

Furto fallito ma serata di spavento per una famiglia che abita in via D’Ancona, tra San Biagio e l’Aspio di Osimo. I ladri sono stati messi in fuga dal proprietario di una villetta, quando, verso le 20.30 di stasera, ha sentito battere un forte colpo sulla serranda del garage. “Dopo cena, io e mia moglie eravamo nella taverna con il nostro bambino di due anni e uno dei due cani. All’improvviso abbiamo sentito quel botto. Sono uscito subito all’esterno per capire che cosa era successo – racconta C.N. – Sul momento non ho visto nulla in giardino ma poco dopo mi sono reso conto che la finestra del bagno, al primo piano raggiungibile dal tetto del box auto, era aperta e con mia moglie uscita anche lei di casa sentivamo degli strani fruscii”.

La coppia ha alzato lo sguardo e ha intravisto nell’oscurità una figura scura appollaiata sopra un albero del giardino. “Era un individuo con le scarpe da tennis bianche che se ne stava arrampicato sulla pianta forse dopo essere sceso dal tetto del garage. – racconta ancora l’osimano – Quando ci ha visto è fuggito dietro alla siepe, per campi. Immagino che chi ha sbattuto sulla serranda del garage possa essere stato un suo complice. Mi sono messo a urlare e poco dopo dalla abitazione vicino sono arrivati mio suocero e mio cognato”.

L’intrusione dello sconosciuto nell’abitazione è così andata a vuoto ma cercando di capire che cosa era successo, dopo un veloce inventario il padrone di casa ha subito notando evidenti segni di effrazione sulla finestra del bagno.“La paura è arrivata dopo quando ho realizzato davvero quello che era successo e ho telefonato ai carabinieri e alla polizia. -ammette C.N. – Quasi che me lo sentivo che poteva accadere perché la nostra zona in questi giorni è stata veramente presa a bersaglio. L’unico rammarico è quello di essermi dimenticato di attivare l’allarme, stasera”. Da tempo i residenti chiedono che siano intensificati i controlli delle forze dell’ordine nelle frazioni più a nord di Osimo, San Biagio, Aspio e Osimo Stazione-Abbadia. Oltre ai vari colpi andati a segno, nei giorni scorsi diverse segnalazioni sulla presenza di persone viste aggirarsi con fare sospetto nella zona sono arrivate ai centralini dei carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X