facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Via Lauretana, concessi i fondi
per il restyling della Scala Santa

PROGETTO - La Conferenza dei Servizi ha destinato a Loreto finanziamenti per 321mila euro con cui saranno effettuati interventi anche sul tratto stradale che conduce dall’Acquedotto pontificio a Corso Boccalini
Print Friendly, PDF & Email

Basilica della Santa Casa (foto Giusy Marinelli)

 

La Scala Santa potrà riproporsi ai numerosi turisti e pellegrini in vista a Loreto attraverso un consistente restyling. La Conferenza dei Servizi per l’approvazione del progetto definitivo per le opere necessarie al completamento del percorso della Via Lauretana, tenutasi il 21 febbraio a Tolentino, ha dato infatti il via libera ai progetti per la messa in sicurezza del percorso che va dalla stessa città mariana a Colfiorito e che in questa prima fase ammonta a complessivamente a circa 4 milioni di euro: rientrano proprio nell’ambito di questa programmazione gli interventi di riammodernamento previsti alla Scala Santa, cui si affiancheranno, per un totale di 321mila euro, quelli relativi al tratto che, costeggiando la strada statale 77, dall’acquedotto pontificio in zona archi, conduce sino al centro, in corso Boccalini.  Esprime soddisfazione il sindaco Paolo Niccoletti «per l’approvazione dei progetti e la conseguente fase di avvio dei lavori, ma soprattutto per la creazione di un processo partecipativo di condivisione con gli altri sindaci. Non solo – prosegue Niccoletti – in questa occasione abbiamo avuto la piena dimostrazione del fatto che la Scala Santa sia effettivamente ritenuta da tutti un elemento identitario del pellegrinaggio a Loreto ed insieme un patrimonio di tutti i marchigiani».  Salgono così a circa 1.500.000 euro i fondi che tra il 2019 e il 2020 verranno impiegati per la riqualificazione del centro storico e delle strutture a corredo dell’offerta turistica. «Sono stati già infatti appaltati – riprende Niccoletti – i lavori al Parco delle Rimembranze di Porta Marina e al Bastione Sangallo con 800.000 euro di fondi europei mentre il Ministero delle Infrastrutture ha appaltato i lavori per il ripristino dell’ascensore inclinano di via Sisto V per 350 mila euro».  Una programmazione di ampie prospettive quindi che trovano il proprio focus nei finanziamenti per i lavori alla Scala Santa con cui, conclude il sindaco, «abbiamo mantenuto fede alle proposte scaturite dal confronto con i cittadini in campagna elettorale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X