facebook rss

Rendiconto 2018 di Falconara:
accertati 1,3 milioni di evasione

BILANCIO- Conti in ordine con un avanzo di competenza di 2,7 milioni di euro per il Comune, approvati ieri dall'aula consiliare
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ un bilancio positivo quello approvato ieri pomeriggio dal Consiglio comunale di Falconara, chiamato a votare il consuntivo 2018. Le azioni adottate dall’amministrazione, come hanno illustrato gli amministratori, hanno permesso di produrre un avanzo di competenza di 2,7 milioni di euro, all’interno di un quadro nazionale che rende sempre più difficile per gli enti locali continuare a svolgere le loro funzioni. Rimane alta l’incidenza della spesa per il rimborso dei mutui, che nel 2018 è stata di oltre 3 milioni di euro. Nonostante questo sono state confermate le agevolazioni, che hanno inciso sul bilancio per 468mila euro, di cui quasi 157mila per agevolazioni Tari, 155mila per gli asili nido, cui si aggiungono quasi 8mila euro per pubblicità e affissioni. Gli amministratori hanno inoltre evidenziato che i costi per i servizi a domanda individuale, come asili, centri estivi, impianti sportivi e mense scolastiche, hanno una copertura complessiva pari al 57,92%, quindi resta alto l’onere a carico del Comune. Particolare attenzione è rivolta alla riscossione dei tributi comunali e al recupero dell’evasione. Quest’ultimo ha dato ancora ottimi risultati e ha permesso di accertare oltre 1,3 milioni tra Imu, Tari, Cosap e altri tributi. L’avanzo di bilancio è frutto dell’applicazione di una serie di norme , ma anche della sana e attenta gestione che ha consentito di effettuare una serie di accantonamenti, alcuni imposti dalla legge, altri volontari come il fondo spese legali per 400mila euro. Sono stati mantenuti nel contempo i servizi ai cittadini a tariffe invariate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X