facebook rss

Festival del Giallo, gran finale
con Robecchi e De Giovanni

SENIGALLIA – L’ultima giornata di “Ventimiliarighesottoimari in Giallo”, in programma lunedì 26 agosto, prevede due imperdibili appuntamenti
Print Friendly, PDF & Email

L’interno de La Fenice

 

L’ultima giornata i “Ventimiliarighesottoimari in Giallo”, in programma lunedì 26 agosto, prevede due imperdibili appuntamenti. Alle 19,15, nel  cortile della Biblioteca Comunale, si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Alessandro Robecchi, “I tempi nuovi”. Uno studente modello ucciso con un colpo alla tempia e un uomo svanito nel nulla. Ritorna la Milano di Carlo Monterossi in un noir d’alta scuola con un intreccio in cui le vite si mischiano: gli inseguiti possono diventare inseguitori, i giocatori pedine, i traditori traditi a loro volta. Emozionante, ribelle, sarcastico e paradossale, disperatamente romantico, il suo personaggio ricorda il Marlowe di Raymond Chandler, ma impiantato nei tempi nuovi. Contro i quali porta un disincantato messaggio di resistenza. Robecchi sarà intervistato dal giornalista del Quotidiano Nazionale Matteo Massi. Il gran finale alle 21,30 al teatro La Fenice, con l’incontro con Maurizio De Giovanni intitolato “Napoli in noir”. Autore di serie di grande successo come quelle del commissario Ricciardi e de “I Bastardi di Pizzofalcone”, De Giovanni converserà con il curatore del Festival Paolo Mirti, e racconterà il suo universo narrativo, dove la vera protagonista è la città di Napoli, con la sua sofferenza condivisa e con la sua passione che nel bene e nel male mette nelle sue cose. De Giovanni, inoltre, leggerà alcuni brani del suo ultimo romanzo “Il pianto dell’alba”, attualmente in vetta alle classifiche dei libri più venduti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X