facebook rss

Al via Adriatico Mediterraneo,
il primo ospite è Enzo Avitabile

ANCONA - Domani l'apertura del festival con la premiazione alla Cittadella del musicista napoletano e poi il concerto alla Mole in tandem con Arseni Duevi
Print Friendly, PDF & Email

Arsene Duevi ed Enzo Avitabile

 

Enzo Avitabile è il grande protagonista della prima giornata di Adriatico Mediterraneo Festival 2019, che prende il via domani, mercoledì 28 agosto. 
Al musicista napoletano sarà consegnato il Premio Adriatico Mediterraneo, riservato alle persone che dedicano il proprio impegno alla pace attraverso l’arte e la cultura. Avitabile, nato a Marianella, quartiere popolare di Napoli nel 1955, è sassofonista poliedrico, compositore, autore. Vanta numerose collaborazioni con artisti internazionali, da James Brown, a Maceo Parker, da Marcus Miller a Randy Crawford, e in Italia ha collaborato con autori del calibro di Pino Daniele, Edoardo Bennato, Francesco Guccini. Ha sempre vissuto la sua arte come ricerca di un suono inedito, non solamente originale ma vitale ed essenziale, demolendo ogni sovrastruttura mercantile, ogni moda, per muoversi sempre sotto un cielo assolutamente personale, mai comune. Sempre molto attento alle questioni sociali, per lui la musica è confronto, scambio culturale, messaggio sul mondo: non a caso ha dedicato canzoni e serate alle vittime della guerra in Siria e al tema dei migranti e dell’integrazione. Tra i tanti riconoscimenti in carriera, Enzo Avitabile vanta due David di Donatello, due Nastri d’Argento, due Targhe Tenco. La consegna del Premio Adriatico Mediterraneo avverrà alle 18 nella sede dell’Iniziativa Adriatico Ionica alla Cittadella di Ancona. Alla sera poi Enzo Avitabile sarà protagonista insieme ad Arsene Duevi dello straordinario concerto alla corte della Mole. Straordinario perché si tratta di un progetto pensato e sviluppato dai due musicisti appositamente per Adriatico Mediterraneo e per Ancona, con un mix inedito e sentitissimo tra le radici e le sensibilità dei due: il sound partenopeo e mediterraneo di Avitabile e i ritmi dell’Africa Occidentale di Duevi. Arsene Duevi, origini del Togo e 15 anni di vita in Italia, è infatti cantante, direttore di coro, chitarrista e bassista: un vero e proprio Shaman/Showman che seduce con i suoni che mescolano Africa e Europa, Jazz e World Music, cantautorato e improvvisazione.

La corte della Mole

È stato direttore del coro della Cattedrale di Lomé (Capitale del Togo), mentre risale al 2010 il suo debutto discografico con “La Mia Africa”: da allora è stato un crescendo di concerti, esibizioni e collaborazioni in Italia e all’estero.  Il concerto di Enzo Avitabile e Arsene Duevi, realizzato in collaborazione con AMAT, inizierà alle 21. Biglietti a €10. Sempre alla Mole, ma prima del concerto, prendono il via anche gli incontri di Adriatico Mediterraneo, con la presentazione della guida dell’Albania realizzata da Lonely Planet. L’appuntamento, realizzato in collaborazione con UlisseFest, è alle 19 al Foyer dell’Auditorium Orfeo Tamburi, per un incontro per scoprire un paese vicinissimo all’Italia ma ancora poco conosciuto come meta turistica. All’incontro partecipano l’autore della guida Piero Pasini e la responsabile della redazione guide di Lonely Planet Silvia Castelli. Con loro AdMed parte alla scoperta di montagne selvagge, mari limpidi, antichità romane e città che, tra sprazzi di modernità, mostrano le vestigia dell’Impero Ottomano e del socialismo reale del Novecento. Ma soprattutto di un paese che ogni giorno intreccia la sua storia con l’Italia, in un viaggiare continuo di culture e persone da una sponda all’altra dell’Adriatico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X