facebook rss

Assolo Civitanovese a Loreto

PROMOZIONE - Netta vittoria (3 a 0) esterna per i ragazzi di De Filippis nel segno di Ribichini, Galdenzi e Martins
sabato 21 Settembre 2019 - Ore 18:22
Print Friendly, PDF & Email

 

.

di Lorenzo Agostinelli

Seconda di campionato che vede impegnate il Loreto di mister Moriconi e la Civitanovese di mister De Filippis. I padroni di casa reduci dall’ottimo pareggio sul campo dell’Atletico Ascoli cercano continuità, mentre la civitanovese cerca la seconda vittoria di fila dopo quella della scorsa giornata con l’Atletico Centobuchi. E la trova con una prestazione convincete e un netto 3 a 0 contro un Loreto oggi praticamente inesistente.

La cronaca. L’incontro inizia lentamente con le due squadre che difendono con attenzione e ripartono velocemente. Tanti ribaltamenti di fronte ma nessun pericolo reale per gli estremi difensori. Intorno al quarto d’ora si rompono gli equilibri. Una punizione dalla tre quarti di Mercante trova Ribichini in area che di testa devia la sfera alle spalle di Pedol e fa 0 a 1 per i rossoblu. Poco dopo i padroni di casa provano a pareggiare con Spagna che ha una buona occasione dal limite. Il tiro del numero 10 però si perde largo sulla destra. Passato il ventesimo inizia un momento di difficoltà per la truppa Moriconi, che si trova schiacciata dai continui assalti dei rossoblu. Squillo biancoverde intorno alla mezzora con Camilletti. Una punizione simile a quella del vantaggio ospite trova la deviazione del centrale loretano che, però, è meno fortunato degli avversari e non trova lo specchio. Al 35’ un cross di Federico imbecca Carrion, la deviazione non è precisa e la palla sfila di non molto oltre il palo di destra. Ancora protagonista Federico, appena un minuto dopo, con una gran discesa sulla sinistra culminata in un tiro non irresistibile che non impensierisce Pedol. Doppio pericolo ravvicinato per i padroni di casa che stentano ancora ad entrare in partita. Il primo tempo è un monologo degli ospiti che giocano con disinvoltura e non faticano affatto a raggiungere l’area di rigore del Loreto. Al contrario i ragazzi di mister Moriconi faticano a creare azioni pericolose pur difendendosi egregiamente.

Secondo tempo che inizia con mister De Filippis che sostituisce Falkenstein per Galdenzi, in cerca del gol del raddoppio. Il copione è lo stesso della prima frazione con le due squadre che cercano di affondare il colpa senza concedere il fianco alle ripartenze avversarie. Dieci minuti dall’inizio della ripresa ed i padroni di casa hanno l’occasione per pareggiare i conti con una punizione dal limite dell’area. Ad incaricarsene è Massei: il piazzato del centrocampista lauretano sfiora soltanto l’incrocio dei pali tra i brividi dei supporter ospiti. Sul ribaltamento di fronte gli ospiti guadagnano una punizione, nella stessa posizione di quella che ha innescato il gol. Vecchiarello trova Galdenzi tutto solo in area ed è un gioco da ragazzi per il subentrato battere Pedol da due passi. La civitanovese lascia il piede sull’acceleratore ed al quarto d’ora del secondo tempo ottiene una punizione dal lato sinistro dell’area di rigore. Il tiro di Mercante, violento ma non preciso, è centrale ed impegna Pedol che respinge coi pugni. Intorno al ventesimo dagli sviluppi di un corner per i padroni di casa Alessandrini fa la sponda per Camilletti che di testa gira la sfera verso la porta. Attentissimo Renzi, quasi inoperoso finora, che respinge in due tempi sventando il pericolo per gli ospiti. Sale la Civitanovese e conquista un altra punizione dalla quale nasce il corner del triplice vantaggio. Sul pallone calciato in mezzo si avventa Martins che in girata fulmina Pedol e fa 3 a 0 per i ragazzi di mister De Filippis. Partita oramai in cassaforte per i rossoblu che adesso si limitano a difendere sulla reazione veemente del Loreto e ripartire quando se ne crea la possibilità. Spunto personale di Ribichini, intorno alla mezzora, che semina il panico tra la difesa biancoverde e calcia dritto tra le braccai di Pedol. Al 35’ del secondo tempo la Civitanovese ha l’occasione per calare il poker. Ferrari scende sulla destra e, prendendo in contropiede tutta la difesa serve Galdenzi sul secondo palo. Il numero 20 rossoblu, però, fallisce da due passi un tap in facile facile graziando la truppa Moriconi. Ormai ci crede poco o nulla la squadra di casa ed il match è ormai a tutti gli effetti un assolo rossoblu.

Il tabellino.

LORETO (4-4-2): Pedol 5; Accattoli 5.5 (23’ s.t. Ben Fredj 5), Iommi 5.5, Monteneri 5.5, Alessandrini 5.5; Camilletti 5.5, Palazzo 5(7’ s.t. Capeci 5.5), Massei 5.5, Petrini 5(23’s.t. Ciminari 5.5); Garbuglia 5(37’ s.t. Pigliacampo 5.5), Spagna 5.5. A disp.: Fabiani, Santoro, Picciafuoco, Scalella, Ciminari, Capeci, Noto, Ben Fredj, Pigliacampo. All.: F. Moriconi.

CIVITANOVESE (4-4-2): Renzi 6; Smerilli 6 , Federico 6.5, Mercanti 6.5(41’ s.t. Catinati 6 ), Santoro 6; Martins 7, Ferrari 6.5, Vecchiarello 6.5; Carrion 6(38’ s.t. Salvati M. 6 ), Falkenstein 5.5 (1’ s.t. Galdenzi 7 ), Ribichini 7 (28’ s.t. Pistelli 6 ). A disp.: Lorenzetti, Del Moro, Catinati, Salvati D., Negretti, Severini, Salvati M., Pistelli, Galdenzi. All.: D. De Filippis.

TERNA ARBITRALE: Arbitra Striamo di Salerno (D’Ovidio di Pesaro e Caltalamessa di San Benedetto del Tronto).

RETI: 13’ p.t. Ribichini, 13’ s.t. Galdenzi, 23’ s.t. Martins.

NOTE: Spettatori: 300 circa. Corner: 5 a 7. Ammoniti: 20’ p.t. Massei, 40’ p.t. Ribichini, 44’ p.t. Spagna, 18’ s.t. Alessandrini, 21’ s.t. Petrini. Recupero: 5’ ( 1’ + 4‘ ).

 

 

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X