facebook rss

‘Puliamo il mondo’ 2019,
liberati dai rifiuti la pista ciclabile
e il parco ‘Chico Mendez’

OSIMO - Mattinata di lavoro per i volontari che hanno aderito alla manifestazione di Legambiente, distribuiti tra la Casa Cea di Campocavallo e l'area verde di Osimo Stazione
Print Friendly, PDF & Email

 

Successo per la nuova edizione di “Puliamo il mondo”, la giornata dedicata alla cura delle aree verdi cittadine promossa da Legambiente. Due gli appuntamenti che si sono svolti stamattina ad Osimo: una squadra di volontari sono entrati in azione alla Casa Cea, nell’area della Confluenza tra Musone e Fiumicello e poi sulla pista ciclabile, l’altra ha lavorato al parco Chico Mendez a Osimo Stazione. Ai due gruppi si è unito, nel corso della mattinata, anche il sindaco Simone Pugnaloni. «Alle future generazioni dobbiamo testimoniare il nostro impegno nel rispetto dell’ambiente, – ha spiegato Simone Pugnaloni – a loro dobbiamo politiche ambientali che educhino alla salvaguardia del creato sia con iniziative come quelle di oggi sia con adeguati investimenti per uno sviluppo sostenibile. Alle 9 ero ad Osimo stazione presso il parco Chico Mendez per aprire i lavori di pulizia dei parchi della frazione, alle 12 ero alla chiusura dell’iniziativa presso Casa Cea per ringraziare l’associazionismo osimano sempre al nostro fianco in queste iniziative. Continueremo ad investire in questo settore. Presto un restyling del lago sportiva a Campocavallo, acquisto nuovi spazi a servizio delle attivita’ di casa Cea a cura dell’AssociAzione “La Confluenza”».

Nel corso del mandato amministrativo, il primo cittadino di Osimo è intenzionato a creare un «piccola “Abbadia di Fiastra” per la città – prosegue – è un impegno iscritto nel nostro programma amministrativo! Un grazie speciale al presidente del consiglio Campanari che coordinava i lavori ad Osimo stazione ed all’assessore Glorio che coordinava i lavori a Casa Cea. Grazie per la sua presenza anche alla consigliera Flamini che insieme agli scout ha aiutato nelle pulizie lungofiume apprezzando in prima persona i lavori dei volontari presenti.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X