facebook rss

Anconetano tenta il suicidio con l’acido,
choc al santuario di Macereto

VISSO - L'operaio 42enne questa mattina si è allontanato dalla fabbrica di Osimo dove lavora ed è sparito. E' stato trovato dai carabinieri. Si era anche ferito alla gola con un coltello. Non è in pericolo di vita
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Va al santuario di Macereto e tenta il suicidio ferendosi alla gola con un coltello da cucina e poi assumendo dell’acido. Un uomo di 42 anni, di Ancona, è stato salvato e portato all’ospedale di Macerata. L’uomo questa mattina si era allontanato dalla fabbrica dove lavora come operaio, a Osimo. Da quel momento i colleghi non vedendolo hanno lanciato l’allarme. L’uomo ha iniziato a girare con l’auto fino ad arrivare a Visso e al santuario di Macereto. E’ lì che ha cercato di togliersi la vita. Lo ha fatto prima tagliandosi alla gola con un coltello da cucina e procurandosi una ferita non profonda. Poi ha ingoiato un piccolo quantitativo di acido. L’uomo alle 16,30 di oggi è stato visto da una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Camerino che hanno dato il via ai soccorsi. Sul posto è intervenuto il 118 che ha trasportato il 42enne in ospedale a Macerata. Non è in pericolo di vita.

 

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X