facebook rss

Velox sulla Variante, Caricchio (Lega):
«800 multe al giorno
e nemmeno un vigile in strada»

FALCONARA - Il pensiero del consigliere d'opposizione sulla presenza del rilevatore di velocità che nel giro di due mesi ha bersagliato più di 30mila cittadini
Print Friendly, PDF & Email

L’installazione del velox

 

«Doppio regalo da parte della sindaca Signorini ai cittadini falconaresi. Si proprio cosi, un bel velox che produce 800 sanzioni al giorno ad una città totalmente allo sbando, senza nemmeno più un vigile sul territorio». Sono le parole di Stefano Caricchio, consigliere comunale della Lega, in merito alla presenza del velox sulla Variante.  «Bei tempi – ha detto il consigliere – quelli in cui la sindaca in campagna elettorale prometteva un città più sicura con il “vigile di quartiere” e quello “ambientale”, ora invece tutto ad un tratto esattamente l’opposto. Una volta i vigili stavano per strada a garantire ordine e sicurezza. Oggi, grazie alla scelta di questa amministrazione di far cassa in una forma che presto i giudici chiariranno (se nel rispetto delle normative vigenti o no), Falconara è allo sbando. Seguendo le molteplici segnalazioni dei cittadini (sui social e per strada sono infatti tantissimi i cittadini che segnalano chiamate al Comando della Polizia Locale alle quali si sentono rispondere che non c’è personale disponibile perchè tutto impegnato con il nuovo velox), la Lega ha appurato che oggi la maggior parte dei vigili sono impiegati negli uffici come una specie di “esattori” per notificare o decurtare punti alla patente come conseguenza del nuovo impianto di misurazione della velocità non riuscendo più a garantire la preziosa presenza in strada e tra la gente. La Lega si rivolge direttamente al sindaco affinché venga ridato quel servizio di prevenzione e sicurezza previsto per legge e che un’amministrazione di buon senso deve garantire ma soprattutto che cessi questo uso improprio della divisa della Polizia Locale per ingrassare le casse comunali».

Autovelox sulla Variante, l’avvocato D’Angelo: «Problemi di visibilità»

Autovelox, è guerra aperta Il Comune: «Non è una trappola» Assoutenti: «Serve a far cassa»

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X