facebook rss

Sfonda lunotto dell’auto dell’Asur:
al pronto soccorso col mal di denti
voleva essere visitato subito

JESI - Stanco di aspettare il suo turno un 23enne era uscito dall'ospedale e aveva danneggiato una Panda. I poliziotti lo hanno denunciato per danneggiamento aggravato
Print Friendly, PDF & Email

L’auto della Asur danneggiata

 

Sfonda il lunotto di un’auto dell’Asur dopo essere stato al pronto soccorso: pretendeva di essere visitato subito per un mal di denti. E’ successo a Jesi, all’ospedale Carlo Urbani, lo scorso 2 ottobre (ma la notizia si è appresa oggi). Un giovane di 23 anni, S. V., italiano di origine ucraina, domiciliato a Jesi, si era presentato in ospedale e non aveva atteso il suo turno pretenendo di essere visto subito perché aveva mal di denti. Il personale però non ha accolto la sua richiesta visto che c’erano altre persone malate e il giovane allora è uscito e ha danneggiato un’auto dell’Asur per poi allontanarsi ed essere fermato da una pattuglia della polizia in via Montelatiere. Gli agenti, non sapendo ciò che era accaduto prima, hanno notato il giovane che era ferito ad una mano e sanguinava. Lo hanno avvicinato e chiesto spiegazioni, il suo atteggiamento li aveva insospettiti. Lo hanno portato in ospedale per farlo curare ma una volta lì il 23enne ha cercato di andare verso l’uscita ed era particolarmente nervoso. E’ così venuto fuori che era già stato al pronto soccorso un’ora prima per il mal di denti. Quando gli era stato risposto che doveva attendere il suo turno, si era allontanato dopo 15 minuti. Gli agenti hanno pensato che doveva essere accaduto qualcosa tra quando si era allontanato e quando lo avevano trovato con la mano sanguinante. E così una volta che il giovane è stato medicato alla mano hanno percorso con lui la strada che aveva fatto dopo essere uscito dal pronto soccorso e hanno trovato una Fiat Panda con il lunotto infranto. Dapprima il 23enne ha tentato di negare le responsabilità in merito al danneggiamento, poi ha ammesso di aver provocato il danno. E’ stato denunciato per danneggiamento aggravato e la misura di prevenzione dell’avviso orale da parte del questore di Ancona. Dovrà anche risarcire il danno.

(Ta. Fre.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X