facebook rss

Aggredisce un uomo con la candeggina,
follia in piazza Garibaldi

FALCONARA - La clochard bulgara di 51 anni fermata ieri sera dopo l'aggressione con la varechina in piazza Garibaldi è stata proposta per il divieto di ritorno nel comune di Falconara Marittima per 3 anni. È stata anche avanzata, dalla locale Tenenza Carabinieri, la proposta di misura cautelare (custodia cautelare in carcere o, in subordine, il divieto di avvicinamento alla persona offesa).
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri in piazza Garibaldi, stasera a Falconara

di Talita Frezzi

Una lite tra due persone, poi la mano della donna che si arma di una bottiglietta con del liquido trasparente dentro. Sembra acido, ma solo successivamente si scoprirà che è varechina. Basta un attimo di follia e la donna lo spruzza in faccia all’uomo, tentando di colpirlo. Lui si scansa, ma per quanto il movimento sia repentino, alcune gocce lo raggiungono e lo colpiscono agli occhi. Urla, paura. E’ successo stasera poco dopo le 19.50 in piazza Garibaldi. I contorni della vicenda sono ancora tutti da chiarire, così come i rapporti intercorsi tra l’uomo  di 56 anni del posto e la donna, una clochard di nazionalità bulgara senza fissa dimora di 51 anni, talvolta ospite della Tenda di Abramo. Sconosciuto anche il movente dell’aggressione. Alcuni passanti, temendo che la donna avesse tirato dell’acido, hanno avvisato il 112. Sul posto sono intervenute tre pattuglie dei carabinieri con il 118. I sanitari hanno soccorso l’uomo e lo hanno trasportato al pronto soccorso di Torrette.

Dopo le cure, all’uomo è stata riscontrata  un’ustione al viso di 1º grado ed è stato dichiarato guaribile in  25 giorni, salvo complicazioni. I militari hanno rintracciato la donna in piazza fratelli Bandiera rinvenendo la bottiglia di varichina appena utilizzata all’interno di un cassonetto collocato sul marciapiede di piazza Garibaldi. E’ stata denunciata per il reato di lesioni personali aggravate dal mezzo utilizzato, sempreché i successivi accertamenti dei Carabinieri della Tenenza di Falconara, non dimostrino che il liquido contenuto all’interno del flacone possa rivelarsi idoneo ad una deturpazione permanente del viso, allora si configurerebbe il tentativo in una recentissima fattispecie di reato introdotta dal Legislatore attinente alla deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso. La clochard, che per tutta la notte è stata sentita dai carabinieri, è stata proposta per il divieto di ritorno nel comune di Falconara Marittima per 3 anni. È stata anche avanzata, dalla locale Tenenza Carabinieri, la proposta di misura cautelare (custodia cautelare in carcere o, in subordine, il divieto di avvicinamento alla persona offesa).

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X