facebook rss

Sisma, il premier Conte:
«Lunedì il nuovo Decreto»

CRESCE l'attesa tra gli amministratori dei Comuni del cratere per il provvedimento annunciato dal presidente del Consiglio per uscire fuori dall'impasse sulla ricostruzione
Print Friendly, PDF & Email

 

Giuseppe Conte ad Arquata il 10 giugno del 2018 appena nominato premier (Foto Andrea Vagnoni)

di Renato Pierantozzi

C’è grande attesa, soprattutto tra gli amministratori dell’area del cratere, sul nuovo Decreto legge sulla ricostruzione. Il testo dovrebbe andare in Consiglio dei Ministri lunedì prossimo, 21 ottobre. Una data che i sindaci auspicano come un punto di svolta per sbloccare l’impasse (burocratico, normativo e tecnico). Sono attesi strumenti “straordinari”, come quelli già varati per la ricostruzione del ponte Morandi di Genova, a distanza di oltre 3 anni dalla prima scossa.

Lo stesso premier Conte ha annunciato, tramite l’agenzia di stampa AdnKronos, l’arrivo del provvedimento: «Confido che già lunedì potremo avere un decreto legge sul terremoto che possa completare il piano di interventi per le comunità che hanno subito gli effetti del terremoto», ha detto Conte a Bruxelles per il Consiglio Europeo. Il Decreto legge poi dovrà essere convertito nella legge di bilancio. Nei giorni scorsi era già circolata una bozza di provvedimento (leggi l’articolo) molto corposa con numerosi interventi di semplificazione burocratica anche se era poi caduta, per l’ostilità dell’Anci Abruzzo, l’ipotesi di nominare commissari regionali.

Ricostruzione, tramonta l’ipotesi dei commissari regionali Chiesto lo stato di emergenza fino al 2024

 

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X