facebook rss

I lupi arrivano alla Roncaglia,
sbranate tre pecore

JESI - ASono scesi fino a valle, seguendo il corso del fiume. Hanno assalito un gregge di pecore, sgozzandone tre. Adesso tra i residenti della zona c'è paura
Print Friendly, PDF & Email

di Talita Frezzi

Una delle pecore sbranate alla Roncaglia

Allarme in zona Roncaglia, la pianura attraversata dal fiume Esino vicino alla ferrovia e al confine con l’Oasi Ripa Bianca di Jesi. Domenica mattina all’alba dei lupi sono arrivati fino a valle, seguendo il corso del fiume e le tracce dei cinghiali, hanno attaccato un gregge di sei pecore. Tre sono state azzannate al collo e sbranate. Le altre sono riuscite a scappare fino alla rimessa e mettersi in salvo. I lupi sono riusciti a penetrare nel recinto delle pecore da un buco nella rete, hanno assalito le pecore e le hanno sgozzate. Adesso i residenti della zona hanno paura. Il recinto delle pecore dista pochi metri dalle case. L’attacco, domenica all’alba, poi i lupi sono scappati, forse messi in fuga da qualche auto di passaggio. Sono tornati la sera, a divorare le carcasse. «Abbiamo il terrore di imbatterci nei lupi – fa sapere Massimo Glorio dell’azienda agricola “Valeri Giulia” della sua famiglia – perché sono arrivati fino al cortile, a pochi metri dalle abitazioni. Abbiamo i bambini, ci siamo noi. E’ un rischio grande». Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale insieme al veterinario della Asur. Le carcasse sono state rimosse poi smaltite. I residenti oltre al danno delle tre pecore sbranate, hanno anche dovuto sostenere le spese per lo smaltimento (170 euro), di risarcimenti neanche a parlarne. Però non vi sarebbero dubbi che si tratti di lupi, come ha spiegato il veterinario della Asur ai titolari dell’azienda agricola. «Chiediamo agli Enti preposti di intervenire urgentemente», dicono dalla Roncaglia dove adesso la paura è davvero grande.

Le pecore assalite e sgozzate dai lupi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X