facebook rss

Il mare ecosistema e risorsa,
protagonista a “C’era una foglia”

CONCORSO - Presentata ieri in regione la 17° edizione del concorso di fiabe dedicato alle scuole marchigiane
Print Friendly, PDF & Email

 

C’era una foglia è stato presentato in Regione

Sono migliaia i bambini e le bambine  coinvolti in tanti anni nella bella avventura di “C’era una foglia”, il concorso letterario per gli alunni e le alunne delle scuole primarie marchigiane che ha scelto, per la sua diciassettesima edizione, di far scrivere “ Una fiaba dedicata al Mare”. Ieri, l’iniziativa, ideata da Robertino Perfetti, presidente dell’Associazione SpazioAmbiente è stata presentata in Regione alla presenza di tutti i partner.
«E’ proprio questa la forza del concorso – ha spiegato Perfetti – aver creato nel tempo partnership validissime, una grande rete virtuosa tra soggetti privati e istituzioni che ci supporta con entusiasmo e che collabora con forte mecenatismo e spirito propositivo. E ogni anno il concorso si arricchisce di nuovi soggetti, quest’anno siamo insieme a Regione Marche – Assessorato all’Ambiente, Università di Macerata, Legambiente Marche, Comune di Ancona – Assessorato alla Cultura, Eli – La Spiga – Plan edizioni, Clementoni, Rainbow, Puli Ecol Recuperi, Garbage group e tanti altri, per un grande progetto, oltre che educativo, di solidarietà con la Fondazione Salesi di Ancona». «Il tema scelto per questa edizione è il Mare- ha proseguito- non solo negli aspetti legati ai temi dell’inquinamento, ma vissuto, colto e percepito come eco sistema e come risorsa e ci aspettiamo una grande partecipazione delle classi, come è accaduto negli anni passati»
«Siamo molto lieti di partecipare a questo progetto – ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente, Angelo Sciapichetti- e specialmente su un tema così importante come il Mare. Una risorsa ambientale da preservare a cui le nuove generazioni guardano già con rinnovata consapevolezza. Sappiamo infatti che i giovani e giovanissimi sono sempre più attenti e sensibili a queste tematiche e sono anzi loro, spesso, ad educare gli adulti a comportamenti responsabili. La Regione sta già conducendo campagne di informazione insieme all’Arpam per esempio sulla pulizia delle spiagge, sul plastic free e molti altri progetti di educazione ambientale. Siamo tutti perfettamente consapevoli, in particolare in questa attuale fase climatica, che la Natura e quindi il Mare restituiscono o tolgono ciò che l’uomo dà o toglie in termini di protezione e salvaguardia. Ben vengano quindi iniziative rivolte alla responsabilizzazione dei futuri cittadini».


Saranno premiati il talento letterario e l’inventiva delle classi che sapranno dar vita ad una fiaba, ad una poesia o ad un racconto che abbiano come tema centrale proprio il Mare. E c’è tempo fino al 16 dicembre per iscriversi e fino al 26 febbraio 2020 per mandare i lavori. Poi a maggio una cerimonia conclusiva di premiazione alla Mole di Ancona. Le quattro classi vincitrici riceveranno un premio in denaro/buono acquisto del valore 150 euro offerto dalla Puli Ecol Recuperi Srl, una “biblioteca di classe” con testi in italiano e in inglese offerti da Eli – La Spiga Editrice, oltre ai giochi della Clementoni. Premio “speciale” per il lavoro più “votato” via internet offerto dalla Rainbow. Inoltre: un premio “Garbage2020” del valore di 200 euro, un premio “Cronache Maceratesi Junior”: un corso di giornalismo ed un premio speciale “Tipicità in Blu”. Con le opere selezionate sarà edito un libro di fiabe e racconti che, come nelle edizioni precedenti, verrà illustrato da disegnatori professionisti. I proventi derivanti dalla vendita ad offerta del libro saranno destinati a un progetto di solidarietà, grazie alla collaborazione con la Fondazione Ospedale Salesi Onlus.

C’era una foglia è stato presentato in Regione

Erano presenti i rappresentanti delle varie associazioni: Carlo Rossi – direttore operativo Fondazione Ospedale Salesi Onlus, Francesca Cuomo – Legambiente Marche che ha ricordato cme l’associazione sia coinvolta già dalla prima edizione e che il concorso si lega perfettamente ai temi dell’iniziativa LibroAmbiente; il rappresentante del Garbage Group, Mirleni che ha parlato del progetto “Pelikan”, le imbarcazioni costruite nel cantiere dorico (due in Italia, ad Ancona e a Genova) che puliscono il mare raccogliendo scarti solidi, semi sommersi e oleosi presenti sulla superficie dell’acqua, e poi separandoli a bordo. Ora Pelikan è anche in Thailandia e presto in altre nazioni. Infine Roberta Tiranti  della casa Editrice ELI – La Spiga che ha suggerito come nell’anno del bicentenario dell’Infinito, sarà “dolce il naufragar in questo mare”.

Tutte le informazioni al sito www.spazioambiente.o

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X