facebook rss

Non sopporta la perdita della moglie
e tenta di togliersi la vita

FALCONARA - La donna è venuta a mancare pochi giorni fa. L'anziano di 80 anni che è stato rianimato in extremis dal 118 di Ancona e dai sanitari della Croce gialla di Chiaravalle
Print Friendly, PDF & Email

Il pronto soccorso di Torrette (foto di repertorio)

Non sopporta la perdita della moglie, venuta a mancare qualche giorno fa e quel peso di vivere senza di lei diventa così insostenibile da spingerlo alla decisione estrema, ultima, di raggiungerla. Un uomo di 80 anni residente a Falconara ha tentato di togliersi la vita nella sua abitazione. E’ successo nel pomeriggio.
Ha cercato di impiccarsi a una trave dello scantinato, senza per fortuna riuscirci, perché improvvisamente l’istinto di sopravvivenza ha avuto la meglio e l’anziano ha iniziato a dimenarsi finchè la corda non si è spezzata. L’uomo è caduto a terra, battendo violentemente la testa. Ha perso i sensi. In quei drammatici minuti il figlio dell’anziano lo stava cercando al telefono, senza tuttavia riuscire a contattarlo. Quegli squilli a vuoto senza risposta hanno innescato una grande paura, perché conosceva bene lo stato di prostrazione del genitore dopo la morte di sua madre. Una depressione che avrebbe potuto portare il padre a compiere qualche gesto disperato. Per questo il figlio si è recato di corsa a casa del padre e lo ha trovato esanime. Immediato l’allarme al 118. Sul posto i sanitari dell’automedica del 118 di Ancona e della Croce gialla di Chiaravalle, che sono riusciti in extremis a rianimare il poveretto e salvarlo. E’ stato portato al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette in gravi condizioni.

Talita Frezzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X