facebook rss

Spacca un bicchiere in testa a un giovane,
individuato e denunciato

ANCONA - Nei guai per lesioni un 24enne albanese. La polizia è arrivata a lui anche grazie alle immagini delle telecamere. E' accusato di aver aggredito un ragazzo in piazza del Plebiscito
Print Friendly, PDF & Email

Una Volante della polizia in servizio (Repertorio)

 

Stava festeggiando la serata all’ingresso di un locale in piazza del Plebiscito ad Ancona quando, a seguito di un banale screzio, venne aggredito da un altro ragazzo che lo colpì improvvisamente alla testa utilizzando il pesante bicchiere che teneva in mano, procurandogli diversi tagli e ferite profonde anche vicino agli occhi e al collo senza, per fortuna, che riportasse conseguenze ben più gravi. Il ragazzo ferito dovette poi ricorrere alle cure del personale sanitario del 118 intervenuto immediatamente sul posto per poi essere trasferito al pronto soccorso dell’ospedale di Osimo. I fatti risalgono alla notte del primo dicembre scorso e ora la polizia è riuscita a risalire all’aggressore.
Gli accertamenti svolti dagli agenti dalla Squadra mobile della questura dorica, coordinati dalla Procura, a seguito della denuncia da parte della vittima, hanno infatti consentito di individuare il presunto autore del fatto. Ciò è stato possibile anche grazie all’acquisizione delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza della Prefettura. Le telecamere a 360 gradi hanno infatti reso possibile, riprendendo con notevole nitidezza l’intera piazza e le vie adiacenti, la ricostruzione dei fatti e del volto dell’aggressore. In questo modo i poliziotti sono dunque risaliti all’autore dei fatti, risultato poi essere un 24enne di origini albanesi, da tempo residente nel capoluogo.
Dalla visione dei filmati è emerso che l’aggressore era probabilmente in stato di ebbrezza alcolica, barcollante e instabile sulle gambe, e faceva parte di una comitiva composta da ragazzi e ragazze che quella sera si era già fatta notare per comportamenti facinorosi nei confronti di alcune persone presenti sempre in piazza, nonché si era divertita a vandalizzare alcuni arredi urbani.
A conclusione delle preliminari attività di indagine, nella mattinata dello scorso 15 gennaio, gli uomini della Squadra Mobile hanno dato esecuzione al decreto di perquisizione disposto dalla Procura nei confronti dell’indagato. All’esito del controllo, è stato rinvenuto materiale ritenuto dagli investigatori utile al procedimento penale in corso. L’indagato è stato quindi accompagnato in questura dove gli è stato notificato l’avviso di garanzia. Ora, il 24enne dovrà rispondere di lesioni personali, aggravate dall’uso di armi. Viste le circostanze del fatto, il bicchiere spaccato sul capo della vittima viene a tutti gli effetti considerato uno strumento atto ad offendere.

Al. Big.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X