facebook rss

Investito in bici da un furgone:
gravissimo un bambino di 6 anni

FABRIANO - Il piccolo stava pedalando sotto agli occhi dei genitori quando è stato centrato da un Daily. Trasportato in eliambulanza a Torrette, è stato poi trasferito nella rianimazione del Salesi
Print Friendly, PDF & Email

L’eliambulanza del 118 (Repertorio)

 

Gravissimo investimento nel pomeriggio a Fabriano quando un bambino di 6 anni, che si trovava in sella alla propria bicicletta, è stato centrato da un furgone Daily alla cui guida si trovava un operaio edile maceratese di 46 anni.
Il dramma si è consumato lungo via Nenni, nel quartiere Santa Maria, all’ingresso di Fabriano e a pochi metri di distanza dalla caserma dei vigili del fuoco.
Stando ad una prima ricostruzione dell’incidente, erano circa le 16.30 quando il piccolo stava pedalando sotto lo sguardo dei genitori ed è stato improvvisamente investito dal furgone. L’investitore, non appena accortosi di quanto accaduto, è immediatamente sceso per prestare i soccorsi. Inizialmente si pensava che il piccolo fosse rimasto incastrato sotto al mezzo, insieme alla bicicletta. Il corpicino era invece poco distante mentre sotto al furgone era rimasta solo la bicicletta.
Allertati i soccorsi, sul posto sono giunti a sirene spiegate i mezzi del 118 insieme ai vigili del fuoco, gli agenti della polizia locale e i carabinieri.
Le condizioni del bimbo sono apparse fin da subito gravi agli occhi del personale medico e sanitario. Il piccolo era infatti privo di coscienza e per questo è stata fatta giungere sul posto anche l’eliambulanza, atterrata poco distante dal luogo del dramma.
Una volta prestate le prime cure sul luogo e stabilizzatosi il quadro clinico, il piccolo è stato caricato sull’elicottero e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette, in attesa di essere trasferito successivamente al reparto di rianimazione del nosocomio pediatrico Salesi. A seguito dell’urto con il furgone e la conseguente caduta, il bimbo fabrianese ha riportato un trauma cranico. Le sue condizioni sono giudicate serie e la prognosi è riservata.

(al. big.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X