facebook rss

Scippi ai danni di anziane:
in carcere rapinatore seriale

INDAGINE - Si tratta di un 23enne marocchino ammanettato dai carabinieri di Ancona. Otto i colpi, commessi tra il capoluogo dorico e Senigallia, attribuitegli dalla procura. Il giovane era già stato arrestato nel febbraio 2018 per delle rapine in tabaccheria
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Furti, scippi e rapine a danni di anziane sole: in manette un 23enne di origine marocchina, residente a Falconara. L’uomo è stato arrestato questa mattina dai carabinieri della stazione di via Piave al termine di un’indagine lunga 6 mesi. Otto le vittime, tra Senigallia e Ancona, di età compresa tra i 65 e i 90 anni.  Il copione per derubarle era quasi sempre lo stesso. Il giovane sceglieva con attenzione le sue vittime, sempre sole ed indifese, pedinandole talvolta fin sotto casa, per poi sorprenderle alle spalle, immobilizzandole con una presa al volto oppure intorno al collo, riuscendo ad appropriarsi della loro borsa; in altre occasioni,  quando le vittime non assecondavano all’istante le sue richieste, il rapinatore le minacciava ripetutamente intimando loro di non gridare, fino a tappare la bocca con il palmo della  mano. La maggior parte delle volte le malcapitate cadevano a terra, riportando traumi minori (ematomi, lievi escoriazioni), ferite marginali e di poco conto, soprattutto se rapportate al terrore vissuto in quei brevi ma interminabili momenti di paura. L’operazione di arresto si è concretizzata anche grazie alla raccolta ed allo sviluppo delle immagini, talvolta parziali, dei sistemi di videosorveglianza delle aree dove sono avvenuti gli episodi, nonchè delle dichiarazioni rese dai testimoni – in aggiunta alle 8 vittime – con decine di individuazioni fotografiche. Il 23enne è stato portato a Montacuto. L’indagine è iniziata a svilupparsi dopo la prima denuncia della vittima che ha fatto seguito allo scippo avvenuto il 20 novembre 2019, in via Gorizia, ad Ancona. Vittima, una 65enne a cui era stata sottratta la borsa. C’è poi stata una rapina il 29 dicembre, in via Fiume, con vittima una 85enne.  A Senigallia aveva colpito nel pomeriggio del 31 dicembre 2019: una  71enne era stata trascinata a terra e anche lei privata della borsa. Il 7 gennaio 2020, in via Rismondo, ad Ancona, è stata aggredita una 90enne. Il 20 gennaio è tornato a Senigallia: in via Trento aveva provato ad aggredire una 65enne che, con una tenace resistenza, era riuscita ad attirare l’attenzione dei passanti costringendo l’aggressore alla fuga. Lo stesso pomeriggio si era concretizzata una rapina ai danni di una 72enne. Il giorno seguente, in via delle Genziane, era stata aggredita una 81enne. Infine, l’episodio del 30 gennaio, ad Ancon con vittima una 83enne. Lo stesso marocchino era stato arrestato nel febbraio 2018 dopo aver perpetrato due rapine ai danni di altrettanti tabaccai: uno in zona Passetto e uno a Falconara. Era finito a Montacuto per poi essere scarcerato. 

Due rapine fallite in due giorni: a Montacuto il terrore dei tabaccai È un 20enne marocchino (Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X