facebook rss

Ripartono il Museo Omero e la pinacoteca
Biblioteca: solo servizio prestito
Freno tirato per gli eventi estivi

ANCONA - Il punto sulla ripartenza dei luoghi della cultura e l'adozione delle misure di sicurezza. Ancora da stabilire il cartellone di iniziative per la bella stagione: Spilla Festival è saltato, così come il Summer Jazz Festival. Si farà, probabilmente ad agosto, il festival letterario La Punta della Lingua. Per il secondo anno, il porto antico potrebbe trovarsi senza kermesse
Print Friendly, PDF & Email

La Pinacoteca Podesti di Ancona

 

di Giampaolo Milzi

Se la fine primavera e l’estate anconetana saranno rese più tristi per la forte riduzione di eventi socio-ricreativi, culturali e spettacoli, dovuti in gran parte alle regole restrittive da emergenza Coronavirus, ci si potrà presto rifare grazie alla rete dei contenitori culturali civici.

Pinacoteca Comunale Podesti. Riaprirà il 30 maggio, con tutte le sue sezioni e i capolavori di livello mondiale, compresa quella d’arte moderna. Ad annunciarlo è l’assessore comunale alla Cultura, Paolo Marasca, che promette anche «l’organizzazione di visite guidate»  con la speranza – normative governative nazionali permettendo – che la Pinacoteca Podesti possa tornare ad essere anche tappa fondamentale per i crocieristi. A riprova del rinnovato impegno per le visite guidate, l’evento anticipativo di domenica prossima, alle ore 21.30 con il “Virtual Tour” interattivo. Per seguirlo basterà collegarsi a questo canale YouTube .
Biblioteca Comunale Benincasa. Di nuovo operativa dal 3 giugno, ma con servizi ridotti, la Biblioteca a Palazzo Camerata. Per gli utenti sarà possibile fruire solo del servizio prestito libro, e non della consultazione di volumi, giornali, riviste ed altri documenti nell’apposita sala di lettura. «Limitazioni che ci sono imposte da varie disposizioni, tra cui quelle ministeriali. Le stesse che valgono per la maggior parte delle biblioteche italiane. – spiega la direttrice Emanuela Impiccini -. Tra l’altro la Regione Marche non ha ancora emanato linee guida specifiche. Inoltre, per i libri in prestito restituiti, dovremmo tenerli in un ambiente separato in quarantena per dieci giorni, ce lo impongono le linee guida ministeriali di sanità sulla “patologia del libro”». Ma quanto dureranno queste restrizioni? «Penso fino al 31 luglio, attendiamo le direttive di un esperto esterno del Comune che si occupa proprio di questa materia». L’orario della Biblioteca Podesti per il prestito: dal lunedì al venerdì 9-13, il pomeriggio solo il martedì dalle 15 alle 17, ma i tempi di fruizione potrebbero essere ridotti. Anche la Biblioteca per ragazzi “L’Isola del Tesoro”, a Brecce Bianche, riaprirà il 3 giugno, con orario 9-13 dal lunedì al venerdì.

Particolare del Museo Omero

Museo Tattile Statale Omero. Al museo per non vedenti e ipovedenti presso la Mole Vanvitelliana (anche il magico pentagono architettonico riaprirà il 30 maggio) da stamattina sono tornati al lavoro alcuni funzionari e impiegati, tra cui il presidente Aldo Grassini. Le quattro grandi sale del Museo accoglieranno di nuovo il pubblico dal 29 maggio, con personale impiegato a rotazione. «Siamo prionti, anche se le nuove norme di sicurezza ci hanno reso la riorganizzazione difficile. – sottolinea Grassini – Proprio perché siamo un museo tattile, e quindi è indispensabile che le opere d’arte e architettoniche e le loro riproduzioni possano essere toccate. I visitatori potranno entrare, dotati di mascherina, al massimo in gruppi di dieci, all’ingresso li forniremo di guanti in lattice e di gel e disinfettanti per le mani e vigileremo affinchè dovranno mantengano tra loro una distanza adeguata. Stiamo già studiando particolari visite guidate gratuite».  Giorni e orari di apertura: dal martedì alla domenica 16-19, domenica e festivi anche 10 – 13.
Museo della Città e Polveriera di Castelfidardo. Fa eccezione in negativo il Museo sulla storia di Ancona, in piazza del Plebiscito. «Ne approfitteremo per eseguire dei necessari lavori di riallestimento e potenziamento, per riaprire poi a fine estate», commenta l’assessore Marasca. Anche la Polveriera al parco del Cardeto-Cappuccini purtroppo resterà chiusa, fino all’autunno, al contrario degli anni scorsi quando già a maggio-giugno ospitava mostre e conferenze. Marasca: «Certo, se qualche associazione si fa avanti per proporci eventi, come “Il Mascherone”, specializzato in esposizioni fotografiche, vedremo di accontentarle». In ogni caso i concerti di “Polverock” sono rinviati al prossimo autunno

Il concerto di Nada a Ti ci Porto nel 2018

Eventi e manifestazioni cancellate, posticipate o rinviate. Salvo novità, dovrebbe saltare per la seconda estate consecutiva la manifestazione “Ticiporto”. Così come è stato annullato il ricco cartellone standard di “Ancona Summer Jazz Festival”, anche perché il cortile della Mole Vanvitelliana, considerando le misure di distanziamento tra gli spettacoli, potrebbe ospitare solo 90 persone e il costo delle grandi orchestre non sarebbe sostenibile per gli organizzatori. Tuttavia Giancarlo Di Napoli, presidente di “Ancona Jazz”, promette «che stiamo lavorando per un festival ridotto, con alcuni concerti e incontri con musicisti». Hanno gettato la spugna gli organizzatori della gettonatissima manifestazione di live pop-rock “Spilla”. Mentre non l’ha fatto l’associazione Nie Wiem, in riferimento al festival di poesia di altissima qualità nazionale e internazionale “La punta della lingua”.

Arena Cinema Lazzaretto

«Siamo in continuo contatto con l’assessore Marasca – chiarisce il direttore artistico Luigi Socci – Il problema è duplice: non sono stati ancora emessi i protocolli di sicurezza per il pubblico spettacolo e non abbiamo ancora la certezza del contributo finanziario del Comune. Ma siamo fortemente intenzionati, proprio per ricucire lo strappo che l’emergenza da Covid-19 ha creato nel tessuto socio-ricreativo, a riproporre la rassegna ad agosto».
Infine, ma non ultima per importanza, l’area del Lazzabaretto alla Mole Vanvitelliana, appuntamento fisso per l’estate soprattutto per i giovani anconetani e non solo. E’ stata avviata dal Comune la gara per l’assegnazione del bando di gestione (essendo scaduto il precedente) e la serie di eventi dovrebbe partire, seppure in ritardo rispetto alla scorsa stagione, a fine giugno. Lo stesso vale per la rassegna cinematografica all’aperto tradizionalmente al Canalone della Mole.

L’estate culturale di Ancona, Marasca: «Non solo eventi alla Mole ma cinema e attività nei parchi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X