facebook rss

Spiagge libere, nel weekend
Portonovo e Mezzavalle
si prenotano con un click

ANCONA – Presentata l'app iBeach, operativa da domani pomeriggio. Chi prenota e non si presenta finirà in una black list. Mancinelli: «Proverò anche io ad usarla»
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio di Mezzavalle

 

di Martina Marinangeli

Spiagge libere 2.0. In una stagione estiva tutta da reinventare a causa del Covid, per accedere a Mezzavalle ed alle porzioni di lido non coperte da stabilimenti a Portonovo sarà necessario prenotare tramite l’app iBeach. Una misura prevista solo per i weekend e volta a limitare il numero di accessi nel rispetto dei protocolli anti-contagio relativi al distanziamento sociale. «Si tratta di una situazione inedita- ha spiegato la sindaca Valeria Mancinelli -. Non esistono soluzioni perfette e dovendo fare del nostro meglio per prevenire affollamenti nei fine settimana, abbiamo chiesto di applicare questa piattaforma nelle due aree dove la domanda, già in tempi normali, è fortissima, molto più consistente rispetto alla capacità ricettiva dei luoghi. Se necessario faremo delle variazioni». E aggiunge: «proverò anche io ad usare l’app, in caso su Portonovo». Nelle spiagge libere di Palombina e Passetto, invece, non sarà necessaria la prenotazione. iBeach, attiva da domani pomeriggio, nasce come startup cinque anni fa ed è stata elaborata da un team di giovani anconetani – Alessandro Pesarini, Angelo Abate, Alessio Cesaretti e Marco Santilli. E’ stata già utilizzata in molte regioni e località italiane (Emilia Romagna e Versilia) ed è usata dagli stabilimenti privati anche a Numana – il Comune non se ne avvarrà però per le spiagge libere –, Porto San Giorgio, Falconara, Porto Recanati e Civitanova.

In primo piano Santilli, dietro Abate

L’applicazione è disponibile sia per iOS che Android, digitando iBeach, senza alcun trattino. Una volta scaricata, il sistema chiederà la registrazione,nella quale inserire anche codice fiscale e mail. A quel punto si potranno scegliere tre opzioni: “prenotazione”, “check-in” e “ristobar” (quest’ultima per prenotare un pasto in uno stabilimento privato aderente). Una volta compilati i campi (regione, località, data prescelta) sarà possibile scegliere nel menù tutte le spiagge libere disponibili ad Ancona (oltre alle private aderenti) e iniziare la prenotazione. Ogni spiaggia avrà una descrizione con tanto di foto e nella schermata verranno riportate anche le precise regole di prenotazione: in primis, l’impossibilità di prenotare più volte. L’utente può infatti può prenotare la data che interessa, ma non procedere con una seconda data fintanto che non avrà fruito della prima e svolto il regolare check-in in spiaggia. La spiaggia sarà divisa in aree e nella zona scelta si potrà prenotare la modalità “telo mare”, cioè uno spazio di 3 metrix80 centimetri riservato a due persone, oppure lo stallo di 4×4 metri, occupabile da 4 persone. Proseguendo, si conferma la prenotazione gratuita. Al termine della procedura, il cliente riceverà via e-mail il QR code. Nel caso di Mezzavalle, ad esempio, ci sarà un cartello a monte con il codice da inquadrare. Per farlo, si dovrà tornare sulla app e cliccare su “check in”: a questo punto si attiverà la fotocamera da puntare sul cartello. Per i meno tecnologici, c’è anche la versione analogica del processo: si potrà effettuare la prenotazione attraverso numeri telefonici, utilizzando al posto del QR code, un codice numerico che verrà fornito dal Comune. I numeri (contattabili da lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) sono: 071- 222.2931-2833-2496 e saranno operativi da venerdì 5 giugno.

La conferenza stampa in Comune


I controlli verranno effettuati da steward incaricati dall’Amministrazione. Per chi stesse pensando di riservarsi già da ora un posto al sole a Mezzavalle nel giorno di Ferragosto, i creatori dell’app fanno notare che prenotare a lunga distanza temporale può essere controproducente: «una volta utilizzato il servizio, la stessa spiaggia non sarà prenotabile per i tre giorni successivi, né fino al 15 agosto. Questo per permettere una turnazione dei posti disponibili, 1052 in totale distribuiti su tutte le spiagge libere doriche». Circa 10 posti saranno destinati ai disabili non motori mentre circa 40 a Portonovo per i turisti che alloggiano nelle strutture ricettive dell’area, per i quali è stato creato un account a parte. Le prenotazioni si potranno annullare fino alla mezzanotte precedente, ma in caso di maltempo fino alle 9 del giorno stesso. Chi non si presenta senza aver disdetto la prenotazione, finirà in una sorta di black list e, prima di poter prenotare di nuovo, dovrà sanare la posizione precedente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X