facebook rss

Camion danneggia un ponte,
chiusa la superstrada
tra Jesi e Monsano

INCIDENTE - Forze dell'ordine, vigili del fuoco e tecnici al lavoro per rilevare l'entità del danno. Sono crollati pezzi di viadotto sulla strada
Print Friendly, PDF & Email

I danni causati dal camion

 

Un camion ha danneggiato gravemente il ponte della superstrada all’uscita di Jesi Est, rendendo non più transitabile quel tratto di strada stessa. L’incidente è avvenuto ieri sera. Alcuni pezzi di viadotto sono finti a terra. I veicoli che provengono da Ancona hanno l’obbligo di uscire a Jesi Est e rientrare dalla rampa di ingresso allo stesso svincolo, così da bypassare il ponte. Molto più problematica la circolazione per chi proviene da Fabriano-Roma. I veicoli avranno infatti l’obbligo di uscire allo svincolo di Jesi Ovest-Cingoli, attraversare l’intera città e rientrare dallo svincolo di Monsano. Forze dell’ordine e tecnici al lavoro da ieri sera. Il sindaco jesino Bacci: «Siamo in contatto con Prefettura ed Anas per trovare una immediata soluzione alla gravissima situazione venutasi a creare con l’incidente al sottopasso di Jesi Est della superstrada. Non è assolutamente tollerabile che l’intero traffico della tratta Roma-Ancona attraversi Jesi, andando a intasare un Asse sud già di per sé critico. Si sta valutando l’idea di realizzare una bretella a Jesi Est per garantire uscita e immediata entrata nello stesso svincolo, senza passare sotto il ponte. Dicono che potrebbe essere una soluzione veloce, lunedì ci chiariranno meglio i termini della questione. Fin d’ora risulta evidente che quando sostenevamo che ponte San Carlo non poteva considerarsi una strada comunale, ma era a servizio della provincia, non ci sbagliavamo. Ci avessero subito ascoltato e aiutato come chiedevamo, sarebbe stata una valida alternativa al traffico oggi dirottato su Via Gallodoro e Via del Prato. Spero che Regione ed enti preposti prendano immediata consapevolezza e diano risposte reali ed efficaci. Jesi farà sentire la sua voce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X