facebook rss

Malore per un fabrianese all’Infernaccio,
i soccorritori si “calano” da Icaro
Rifiutato il trasporto in ospedale

MONTEFORTINO - E' accaduto intorno alle 13 sul sentiero per l'eremo di San Leonardo. Sul posto anche l'ambulanza, i Vigili del fuoco di Fermo e gli uomini del Soccorso Alpino
Print Friendly, PDF & Email

 

Un sessantenne fabrianese, nel primo pomeriggio di oggi, ha accusato un malore mentre stava facendo un’escursione con la famiglia alle Gole dell’Infernaccio, nel Comune di Montefortino. L’uomo trovandosi con i propri cari a percorrere il sentiero che conduce all’eremo di San Leonardo ha accusato un malore che lo ha indotto per sicurezza a richiedere l’intervento di un medico.

Un momento delle operazioni di soccorso

La richiesta di soccorso è partita intorno alle 13, prima alla centrale operativa del 118 di Ascoli che ha inviato un’ambulanza e contemporaneamente attivato l’eliambulanza con a bordo gli uomini del Soccorso Alpino, addestrati per affiancare i sanitari nel soccorso in zone impervie, e i Vigili del fuoco partiti dal Comando provinciale di Fermo. L’equipaggio di Icaro si è verricellato all’eremo poiché il paziente si trovava sul sentiero dalla gola dell’Infernaccio verso l’eremo, a circa 5 minuti a piedi.

La squadra di terra l’ha raggiunto dalla gola salendo verso l’Eremo e poichè, una volta raggiunto, le sue condizioni erano migliorate, è stato portato a piedi fino all’auto fuoristrada del Soccorso Alpino e poi all’ambulanza della Croce azzurra di Santa Vittoria in Matenano che era nel parcheggio dell’Infernaccio dove sono arrivati anche i carabinieri. L’uomo però ha rifiutato il trasporto in ospedale. Così sia Icaro che l’ambulanza sono ripartiti vuoti. E il grosso dispiegamento di uomini e mezzi è tornato alla base.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X