facebook rss

Rinuncia alle bomboniere di laurea
e dona a “Io non crollo”

IL GESTO di Marco Morbidelli, studente di Osimo. «Ho pensato fosse l’occasione giusta per dare una mano ad un territorio tanto stupendo quanto trafitto e messo in ginocchio dal sisma»
Print Friendly, PDF & Email

marco_morbidelli-2-267x400

 

di Francesca Marsili

«Camerino mi ha accolto ed ho pensato che questa fosse l’occasione giusta per dare una mano ad un territorio tanto stupendo quanto trafitto e messo in ginocchio dal sisma». E’ stato questo il nobile pensiero che ha animato il gesto di Marco Morbidelli, originario di Osimo, che in occasione della sua laurea in scienze naturali ed ambientali conseguita all’Università di Camerino, ha deciso di donare all’Associazione “iononcrollo” l’equivalente di quanto avrebbe speso per le bomboniere. «Non amo i gesti convenzionali, quelli obbligati che devono seguire gli usi ed i costumi – racconta lo studente 25enne- Piuttosto che acquistare un oggetto che sarebbe finito in una credenza a raccogliere polvere, ho scelto di devolvere i soldi direttamente nelle mani di questa associazione che tanto sta facendo per la ricostruzione fisica, sociale, culturale ed economica della città di Camerino dopo gli eventi sismici del 2016». Nessun soprammobile destinato ad essere presto dimenticato quindi, quello scelto dal giovane Morbidelli per ricordare una tappa fondamentale della sua vita è stata la traduzione in un gesto solidale e concreto, un segno tangibile del suo passaggio in una comunità ferita e resiliente alla quale è profondamente grato e legato. Impresso rosso su bianco nel bigliettino di Marco per ricordare il giorno della sua laurea, c’è stampato un cuore al centro delle Marche, il simbolo dell’associazione destinataria del contributo. marco_morbidelli-1-325x183«Sono anche un’escursionista ed ogni volta che passo per i paesini dell’entroterra fiaccati dal sisma è il mio cuore che piange – ricorda il ragazzo – mi auguro che in futuro il mio gesto possa invitare a riflettere affinché si regalino meno cose inutili e si spenda per realizzare obbiettivi comuni». La sua esperienza universitaria iniziata nel 2017 e terminata il 24 luglio con la sua laurea Marco, ha deciso di viverla a strettissimo contatto con la natura scegliendo di abitare a Sefro attratto dall’eccezionale bellezza paesaggista del territorio «questo paesino incastonato negli Appennini in un oasi di pace mi ha aiutato molto ad instaurare un rapporto con la natura. Ora che mi sono laureato voglio continuare a godermi ancora per un po’ questo posto magnifico» racconta il neo laureato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X