Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Acquaroli convoca un vertice
sull’evoluzione della pandemia
Nelle Marche c’è un’altra vittima del Covid

IL GOVERNATORE domani incontrerà i vertici della sanità per fare il punto dellaa situazione. A distanza di quasi un mese c'è un altro decesso: si tratta di una donna di 84 anni di Acquaviva Picena. A Fabriano contagiato un bambino di 10 anni

 

acquaroli-attesa

Il Governatore Francesco Acquaroli

Vertice sull’evoluzione della pandemia domani in Regione. Il presidente Francesco Acquaroli incontrerà domani, alle 11 a Palazzo Raffaello, i vertici della sanità marchigiana per fare il punto della situazione. «La salvaguardia della salute e la sicurezza sanitaria sono le nostre priorità che vanno costruite assieme ai cittadini. Per questo invito tutti a mantenere un atteggiamento di consapevolezza e grande prudenza in modo da affrontare i prossimi mesi nel rispetto responsabile delle misure di prevenzione – ha detto Acquaroli – Ogni soluzione che possiamo individuare, per contenere la diffusione del virus, presuppone comportamenti adeguati da parte di ciascuno di noi. La prima sicurezza da adottare è l’uso corretto e costante delle mascherine, insieme all’osservanza delle regole di distanziamento sociale». Alla riunione parteciperanno la dirigente del servizio Sanità Lucia Di Furia, il direttore Asur Marche Nadia Storti, i direttori generali delle aziende ospedaliere Ospedali riuniti di Ancona, Michele Caporossi, e Marche Nord Maria Capalbo, dell’Inrca Gianni Genga. Al presidente verranno presentati i dati aggiornati sull’andamento della curva epidemiologica per conoscere in maniera dettagliata la situazione relativa all’emergenza Covid e la sua evoluzione a livello regionale. Intanto oggi, a circa un mese di distanza, in regione si è registrata un’altra vittima. Si tratta di una donna di 84 anni di Acquaviva Picena è morta a causa del Covid. L’anziana era ricoverata all’ospedale Murri di Fermo. A comunicarlo il Gores, con lei sono 991 le vittime nelle Marche che sono risultate positive al Coronavirus. La morte della 84enne arriva a circa un mese dall’ultima vittima che c’era stata nelle Marche: una donna di 92 anni di Sant’Elpidio a Mare, scomparsa lo scorso 10 settembre. In regione, nl 94,9 % dei casi le vittime avevano patologie pregresse mentre l’età media degli scomparsi è di 80,5 anni. Nel Piceno sono state 15 le vittime, ed è in questi giorni la provincia più colpita dai casi di Coronavirus. Tanto che il sindaco Marco Fioravanti ha disposto un’ordinanza che prevede l’utilizzo della mascherina nelle aree pubbliche o aperte al pubblico. Sono invece 165 i morti in provincia di Macerata dove, il 3 settembre era morta una donna di 93 anni di Potenza Picena.  

Livello di allerta alto anche a Fabriano. «Le notizie del pericolo scampato in una scuola elementare dove un bambino è risultato positivo al Covid ma senza venire a contatto con i compagni, e dell’operaia di una azienda fabrianese positiva al Covid ci fanno tornare con la mente nella realtà e ci dicono in maniera forte e chiara che dobbiamo fare attenzione e comportarci responsabilmente. Ne va della tenuta economica e sociale della nostra comunità e della salute delle persone più fragili. Rinnovo l’appello a rispettare e far rispettare le poche regole che contribuiscono a diminuire al minimo i rischi di contagio». A invitare i concittadini stasera a non abbassare la guardia è Gabriele Santarelli, sindaco della città  della carta che al momento conta 13 casi positivi al Covid 19. Il riferimento è intanto per il caso di uno scolaro di 10 anni di una Primaria della città, contagiato in ambito familiare ma già isolamento fiduciario prima ancora di conoscere l’esito del tampone. Una precauzione che gli ha evitato di entrare in contatto con docenti, operatori scolastici e compagni di classe. La scuola, pertanto, non è stata chiusa.  L’altro caso invece è relativo a una operaia umbra che lavora in una importante azienda del distretto industriale fabrianese, la Whirlpool,  che oggi pomeriggio ha fatto scattare il protocollo di sicurezza anti-contagio e altri 15 dipendenti sono stati sottoposti a tampone.

(ultimo aggiornamento alle ore 21.55)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X