facebook rss

Immobili in comodato d’uso
alle onlus: non si paga l’Imu

FALCONARA - Lo prevede il nuovo regolamento comunale che ha scelto di applicare l’esenzione inserita nella Finanziaria 2019
Print Friendly, PDF & Email

Raimondo Mondaini

 

Niente Imu sugli immobili concessi in comodato d’uso gratuito agli enti territoriali e alle associazioni senza fini di lucro. E’ quanto prevede il nuovo regolamento Imu del Comune di Falconara, che ha scelto di applicare un’esenzione prevista dal comma 777 della legge finanziaria 160/2019. In base alle nuove regole comunali, i proprietari di immobili non pagheranno l’imposta comunale se questi sono stati concessi agli enti territoriali come lo stesso Comune di Falconara, la Provincia o la Regione, oppure ad altri enti non commerciali, comprese le associazioni iscritte all’albo comunale delle libere forme associative. L’esenzione sarà applicata a determinate condizioni: l’immobile deve essere concesso in comodato d’uso gratuito registrato all’Agenzia delle entrate; i locali devono essere effettivamente utilizzati dai beneficiari per le attività istituzionali (per esempio come sede dell’associazione che li ha ottenuti in comodato); nel caso in cui l’immobile sia concesso a un’associazione, questa deve essere iscritta all’elenco delle libere forme associative, istituito presso il Comune di Falconara, ai sensi del vigente Regolamento comunale sulle associazioni; deve essere stata stipulata una convenzione con il Comune per l’esercizio di un’attività meritevole di tutela, con riferimento a quelle previste dallo stesso Regolamento sulle libere forme associative; infine l’immobile oggetto di comodato non deve essere di tipo industriale né un’abitazione di lusso.

I proprietari che vogliono beneficiare dell’esenzione dovranno comunque presentare la dichiarazione Imu entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di inizio del comodato. «La legge finanziaria 160/2019 dava la possibilità ai Comuni di decidere se applicare o meno l’esenzione attraverso i propri regolamenti – dice il vicesindaco Raimondo Mondaini, con delega al Bilancio – e abbiamo voluto rendere subito concreta questa opportunità consapevoli del gran numero di associazioni presenti sul territorio. Falconara ha un tessuto associativo molto ricco, ma il Comune non avrebbe a disposizione un numero sufficiente di immobili per garantire una sede a tutte quelle realtà che svolgono un’attività meritevole di tutela in convenzione con l’ente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X