facebook rss

Covid e lavoratori del Commercio,
i sindacati: «Ripristinare
gli ingressi limitati nei negozi»

ANCONA - Alla luce della ripresa della curva dei contagi Cgil Filcams, Cisl Fisascat e Uil Uiltucs tornano a chiedere maggiore attenzione alle aziende per contrastare la diffusione del virus
Print Friendly, PDF & Email

La cassa di un supermercato (foto di repertorio)

 

Le segreterie regionali delle categorie del Commercio di Cgil Filcams, Cisl Fisascat e Uil Uiltucs – alla luce della ripresa della curva dei contagi – tornano a chiedere maggiore attenzione alle aziende per contrastare la diffusione del Covid 19 nelle aziende del settore. «In attesa dell’incontro con le associazioni datoriali richiesto in data di oggi 15 ottobre, è necessario in particolare ripristinare la misura del contingentamento delle entrate nei punti vendita e la sanificazione periodica dei luoghi di lavoro. – si legge in una nota congiunta delle sigle sindacali – Le lavoratrici e i lavoratori del commercio hanno assicurato, anche nel momento più duro della pandemia, l’apertura dei negozi esponendo sé stessi e le loro famiglie al pericolo del contagio; riteniamo pertanto necessario evitare il più possibile che gli esercizi commerciali diventino bacini di diffusione del virus che non lascia tregua nemmeno nella nostra regione, richiamando le aziende del settore a ripristinare tutte le misure previste dal Protocollo sottoscritto lo scorso 14 marzo tra Governo e Parti sociali e le associazioni datoriale a cogliere l’invito ad aprire un confronto da subito per ricercare nuove forme di tutela e di controllo dei luoghi di lavoro». Alla cittadinanza invece Barbara Lucchi (Filcams Cgil), Selena Soleggiati (Fisascat Cisl) e Fabrizio Bontà (Uiltucs Uil) raccomandano il massimo rispetto dei lavoratori mantenendo le distanze prescritte ed indossando correttamente i dispositivi di protezione: le mascherine sistemate sotto il naso se possono evitare la sanzione amministrativa, non evitano la diffusione del virus e il contagio di chi non può scegliere di trovarsi altrove perché quello è il loro luogo di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X