facebook rss

Variante nord, il sindaco scrive
al ministro per finanziarla
con i fondi del recovery fund

OSIMO - Intanto la Regione ha concesso un contributo ed impegnato la spesa di 3,1 milioni di euro per la realizzazione delle due rotatorie di via Sbrozzola, una all'incrocio con la Statale 16 e l'altra all'intersezione con via D'Ancona, comprese nel nuovo tracciato stradale e collegate al potenziamento dell'impianto viario per l'ospedale Inrca in costruzione all'Aspio
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto della variante nord alla ex Ss 361 di Osimo

 

 

Con decreto firmato lo scorso 25 settembre dal dirigente del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del territorio, la Regione Marche ha concesso un contributo ed “impegnato la spesa per la realizzazione del sub-intervento del macro-intervento di ‘Viabilità di adduzione al nuovo ospedale Inrca Ancona sud’ dell’Aspio”. Il contributo è finalizzato a realizzare la nuova rotatoria tra via Sbrozzola e la Sp 361 per un importo di 2.485mila euro e la nuova rotonda sull’intersezione tra via Sbrozzola e la Statale 16 per un importo di 615mila euro. Entrambi i progetti, che avranno com con soggetto sub attuatore il Comune di Osimo, sono inseriti nel piano viario più ampio finanziato con i fondi Cipe per migliorare l’impianto stradale a servizio del nuovo ospedale Inrca, in costruzione allì’Aspio di Camerano.

Il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessora Federica Gatto

«Ho richiesto un anticipo del 10% del contributo complessivo della Regione Marche di quei 3.1 milioni di euro. Con queste risorse realizzeremo la rotatoria al Cargo Pier e la bretella Sbrozzola-Via d’Ancona. – annuncia il sindaco di Osimo – L’anticipo delle prime risorse che arriveranno rappresentano un nodo centrale per tutta la Variante a nord di Osimo, perche nella gara d’appalto per la progettazione delle due infrastrutture viarie da realizzare al miglior offerente verra’ chiesto come progetto migliorativo il progetto preliminare di tutta la Variante a nord. Il progetto preliminare – spiega Simone Pugnaloni – avra’ una doppia finalità: potrà essere apposto sulla nuova proposta di Prg e servirà a richiedere il parere della valutazione di impatto ambientale (Via) e della valutazione ambientale strategica (Vas). Oggi quindi scriverò al Ministro delle Infrastrutture e delle Finanze affinche’ questa opera strategica per la città possa essere finalmente inserita e finanziata con i fondi del recovery fund. Assieme ad essa anche la complanare che finalmente possa deviare il traffico pesante dal centro abitato di Osimo Stazione». Della complanare, funzionale ad alleggerire il traffico sulla Ss 16, Pugnaloni ha parlato nell’ultima assemblea di quartiere, tenuta martedì scorso proprio ad Osimo Stazione. Si tratta di un cavalcavia sulla ferrovia che dovrebbe essere realizzato nella zona di Montecamillone di Castelfidardo, proprio ai confini con la frazione osimana e poco distante dall’attuale incrocio di via Cattaneo, per arrivare fino a via Agnelli, l’area industriale di Osimo Stazione. Costo stimato per l’opera circa 2 milioni di euro.

 

«Nuovo Inrca pronto nel 2022», sopralluogo di Ceriscioli nel cantiere che va avanti da 6 anni

Variante Nord, finanziata la rotatoria di via Sbrozzola

Nuovo Inrca più vicino con la Variante nord Al Ss. Benvenuto e Rocco arriva l’ortogeriatria

Quattordici milioni per le strade della Val Musone C’è anche il ponte per Baldini

Variante nord ex Ss 361, inaugurato il primo tratto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X