facebook rss

Soggiorno a scrocco in hotel
per una settimana: coppia denunciata

SENIGALLIA - I due lombardi hanno fruito di un trattamento di pensione completa ma il giorno della partenza, invece di pagare i 1000 euro pattuiti con l'albergatore si sono dileguati dopo la colazione senza pagare il conto. Sono stati denunciati in Commissariato
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

 

Coppia va in albergo e scappa senza pagare: dopo la denuncia la Polizia denuncia due lombardi. Pochi giorni addietro il titolare di un noto albergo della città si è recato presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Senigallia per denunciare il mancato pagamento del soggiorno alberghiero da parte di un uomo e di una donna. Il titolare della struttura ha raccontato che una coppia si è presentata in hotel chiedendo di poter fruire di un soggiorno settimanale in trattamento di pensione completa. Alla risposta affermativa del titolare, che li informava del costo del soggiorno pari a circa 1000 euro, i due soggetti, dai modi affabili, hanno accettatp il prezzo e veniva loro consegnata la chiave della camera. Così facendo i due soggetti hanno iniziato il soggiorno fruendo dei pasti in hotel. Al termine della settimana, i due clienti, dopo aver fatto colazione in hotel ed approfittando di un momento di assenza del personale dell’albergo, si sono allontanati senza pagare.

In particolare il titolare dell’albergo solo dopo poco si accorgeva dell’assenza: si recava nella camera dei due dove trovava la chiave attaccata, bussava e accertava che la camera era stata liberate e che dei due non c’era più alcuna traccia. Il titolare dell’albergo comprendeva quanto accaduto e decideva di recarsi negli uffici di Polizia per sporgere querela. I due soggetti attraverso alcuni dati forniti al momento della registrazione venivano successivamente identificati dagli agenti del Commissariato di P.S. che hanno curato le indagini. In particolare risultavano essere due persone di origine lombarda B. F. e R. A., entrambi di anni 55 e residenti in Brianza. Nel corso delle indagini i poliziotti hanno verificato che i due soggetti già in passato si erano responsabili in numerose occasioni di fatti analoghi commessi in diverse parti d’Italia. Gli stessi tra l’altro, risultavano già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. Dopo la denuncia dell’albergatore i due sono stati dunque deferiti all’autorità giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X