facebook rss

Casi Covid in Comune:
il sindaco Mancinelli chiude gli uffici

ANCONA - Firmata nel tardo pomeriggio di oggi l'ordinanza che lascia aperti da domani mattina solo gli sportelli che erogano servizi essenziali, indifferibili e non procrastinabili sia rivolti alla cittadinanza che necessari per il funzionamento della macchina comunale
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Mancinelli, Ancona davanti a Palazzo del Popolo

 

 

Casi di contagio alla Sars CoV2 al Comune di Ancona, il Il sindaco Valeria Mancinelli ha emanato nel tardo pomeriggio di oggi un’ordinanza, che limita la presenza di dipendenti a Palazzo del Popolo e fissa i criteri di svolgimento dei servizi per la cittadinanza. «Al fine di limitare l’eventuale rischio di contagio da Covid 19, – si legge nell’atto – le attività da rendere in presenza presso gli uffici ubicati nella Sede centrale del Comune di Ancona, sita in Piazza XXIV Maggio, fino al 10 novembre 2020, saranno limitate esclusivamente ai servizi essenziali, indifferibili e non procrastinabili, sia rivolti alla cittadinanza che necessari per il funzionamento della macchina comunale, come di seguito indicato: Servizi demografici ed elettorali; Servizio di Polizia Locale; Servizio di Protezione Civile; Segreteria Generale ed Attività Istituzionali; Servizio Informatica; Servizio Economato e Servizio Personale. Il personale ubicato nella sede centrale, non specificatamente incaricato di svolgere i suddetti servizi in presenza, presterà la propria attività lavorativa in lavoro agile come previsto dalle normative vigenti». Gli uffici dislocati in sedi decentrate, saranno regolarmente aperti al pubblico con il personale in presenza come previsto dalle normative vigenti. Il restante personale lavorerà da casa in modalità smart working. L’ordinanza sarà in vigore a partire da domani mattina, 2 novembre.

Covid, 683 nuovi casi nelle Marche Positivo oltre un terzo dei tamponi

Contagi in Comune: incrementato lo smart working

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X