facebook rss

Nuovo Inrca, finanziata la rotatoria
sulla Direttissima del Conero

ANCONA - La Regione ha firmato con il Comune di Camerano la convenzione che regola il contributo di 1,3 milioni di euro per realizzare la rotonda all'incrocio con via Sbrozzola. «L'infrastruttura sarà utile anche a decongestionare il traffico tra Osimo, Camerano e Ancona» spiega l'assessore regionale Baldelli
Print Friendly, PDF & Email

Rendering del nuovo Inrca dell’Aspio

 

Un passo avanti per la realizzazione dell’impianto viario a servizio del nuovo Inrca, in costruzione all’Aspio di Camerano. La Regione firma la convenzione con Provincia di Ancona e Comune di Camerano per la rotatoria sulla Direttissima del Conero.

Francesco Baldelli

«E’ un primo passo per la realizzazione della rotatoria finalizzata a snellire il traffico tra Osimo, Camerano e Ancona, una infrastruttura che migliorerà i collegamenti soprattutto tra il nuovo polo ospedaliero Inrca-Ancona Sud e i comuni limitrofi, in un’area ad alta densità industriale e commerciale». Descrive così l’assessore regionale alle Infrastrutture, Viabilità, Lavori pubblici e Aree interne, Francesco Baldelli, la firma della convenzione che regola il contributo di 1,3 milioni di euro della Regione Marche alla Provincia di Ancona, in qualità di soggetto sub attuatore. Il contributo è destinato alla realizzazione di una rotatoria tra la strada provinciale 2 “Sirolo-Senigallia” – meglio nota come “Direttissima del Conero” – e la strada comunale “Via Sbrozzola”, che da Osimo scende fino ad incrociare la strada Statale 16 Adriatica e terminare sulla Direttissima.

Il sistema delle rotatorie è stato introdotto in Italia a partire dal 1989 per snellire i collegamenti tra intersezioni tra strade di varia natura, oltre che per ridurre gli incidenti rispetto agli incroci a raso e a quelli regolati da semafori. In zone come quella a sud del capoluogo regionale, la rotatoria è altresì funzionale al più ampio progetto denominato “Viabilità di adduzione al nuovo ospedale Inrca– Ancona Sud”, comprendente una serie di interventi, per un importo pari a 11 milioni di euro, che mirano a velocizzare i collegamenti tra il nuovo polo ospedaliero ed i comuni limitrofi, tra cui appunto Osimo e Camerano. «La nuova rotatoria – sottolinea Baldelli – permetterà di mettere in sicurezza l’attuale intersezione stradale tra la ‘Direttissima del Conero’ e la via della Sbrozzola, oltre a velocizzare il traffico proveniente dalla strada comunale, che ad oggi è costretto a svoltare a destra in direzione sud, lungo la Provinciale, generando un grave disagio per chi vive e opera nell’area di riferimento». L’intervento, infine, prevede anche la realizzazione di un nuovo tratto di viabilità, che va a rettificare l’ultimo tratto della strada comunale della Sbrozzola, compreso tra la nuova rotatoria e il ponte sull’autostrada A14.

Variante nord, il sindaco scrive al ministro per finanziarla con i fondi del recovery fund

«Nuovo Inrca pronto nel 2022», sopralluogo di Ceriscioli nel cantiere che va avanti da 6 anni

Variante Nord, finanziata la rotatoria di via Sbrozzola

Quattordici milioni per le strade della Val Musone C’è anche il ponte per Baldini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X