facebook rss

Centro preso d’assalto
per lo shopping natalizio

ANCONA - C'è aria di festa sulle piazze affollate fin da questa mattina. E' iniziata la corsa ai regali con un occhio attento alle misure anti-Covid e fioccano le prenotazioni nei locali per i menù della vigilia e del pranzo di Natale
Print Friendly, PDF & Email

Il passeggio in centro stamattina ad Ancona

 

Piazze e corsi cittadini affollati, clienti in fila fuori dai negozi anche ad Ancona in questo week end prenatalizio. Il 25 dicembre si avvicina, le Marche sono tornate da una settimana in zona gialla ed è iniziata la corsa ai regali con un occhio attento alla misure anti-Covid. Se nel tardo pomeriggio di ieri si era creato un lungo incolonnamento di veicoli sull’asse, all’ingresso della città e della galleria del Risorgimento, con ingorghi anche nell’area di via San Martino, nella giornata odierna è stato meno caotico il traffico in entrata al capoluogo di regione. Già stamattina però il centro di Ancona pullulava di visitatori, famiglie a passeggio e clienti in attesa di entrare nei negozi. A metà pomeriggio, si è creato qualche disagio alla circolazione per via di un tamponamento tra auto sotto la galleria del Risorgimento, subito risolto dalla Polizia locale.

Le pattuglie della Polizia locale impegnate ieri pomeriggio sotto la Galleria del Risorgimento nella gestione del traffico caotico in entrata al centro

Ad invogliare alle passeggiate nel salotto cittadino oltre agli addobbi che creano l’atmosfera di festa anche la gratuità dei parcheggi coperti Traiano, Cialdini, Umberto I ed Archi, accessibili senza ticket dalle 7 alle 22 il sabato e dalle 10 alle 21 la domenica. Una iniziativa pensata dal Comune per favorire l’accesso ai centri commerciali naturali e ai negozi di vicinato che sarà replicata anche il 19 e 20 dicembre grazie alla collaborazione di M&P Mobilità Parcheggi. La società che gestisce i parcheggi ha deciso anche di scontare del 30% il costo della sosta sulle strisce blu per chi paga con le App Mycicero e Telepass pay fino al 25 dicembre. Cominciano a sentire aria di Natale anche i locali, dopo la chiusura anticipata al pomeriggio e l’asporto imposto come alternativa per il semi-lockdown disposto dal Dpcm di novembre.

Nicolas Mobili nel video che lo vede protagonista nei panni di Babbo Natale con un sacco di moscioli

«Molti bar e ristoranti del centro durante la settimana lavorano con i dipendenti degli uffici, del Tribunale e degli enti pubblici che da mesi però sono per una buona percentuale in smart working. Il calo di incassi, insomma, lo abbiamo sentito tutti ma devo ammettere che ieri, vuoi per i parcheggi gratuiti, vuoi per le festività che sono alle porte, il mio locale ha registrato un buon afflusso ai tavoli» racconta Nicolas Mobili, titolare della ‘Spaghetteria Numero 9’ di Corso Mazzini, protagonista di un video postato sui social media un video e ormai virale, che lo riprende in divisa da Babbo Natale emergere dal mare di Portonovo con una sacco pieno di moscioli appena pescati da consegnare alla cucina del suo locale.  In questo clima festivo cominciano a fioccano anche le prenotazioni per la cena della vigilia di Natale e per il pranzo. «Noi siamo specializzati nei menù di pesce e stanno arrivando molte richieste per la vigilia e per il pranzo di Natale quando lavoreremo solo con l’asporto.- conferma il ristoratore– I nostri clienti non rinunciano alla tradizione anche se magari qualcuno preferirà sedersi a tavola a casa sua, quest’anno. Ci stiamo preparando anche per pianificare il Capodanno».

Redazione CA

(foto Giusy Marinelli)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X