facebook rss

Omicidio di Rosina:
indagati figlia, marito e nipote

DELITTO DI MONTECASSIANO - La contestazione è di omicidio volontario e favoreggiamento. Si tratta di un atto dovuto. Nel pomeriggio l'autopsia
Print Friendly, PDF & Email

Omicidio_Rosina_Obitorio_FF-2-650x433

Gli avvocati nominati dai familiari oggi all’obitorio (in primo piano un carabiniere)

 

di Gianluca Ginella (foto Falcioni)

Omicidio di Rosina Cassetti, indagati la figlia, il marito e il nipote. Si tratta di un atto dovuto per consentire di partecipare all’autopsia, mentre al momento le indagini proseguono a 360 gradi e gli inquirenti non escludono nulla. Intanto comunque, per garantire la possibilità di partecipare all’autopsia la procura ha indagato Arianna Orazi, 48 anni, figlia di Rosina, il marito della 78enne uccisa, Enrico Orazi, e il nipote, Enea Simonetti. La contestazione è di omicidio volontario e favoreggiamento.

Omicidio_Rosina_Obitorio_Scendoni_FF-4-325x217

Il medico legale Roberto Scendoni oggi all’obitorio dell’ospedale di Macerata

L’autopsia, prevista in mattinata, si svolgerà questo pomeriggio. L’incarico è affidato al medico legale Roberto Scendoni che in tarda mattinata è arrivato all’obitorio dell’ospedale di Macerata dove erano già presenti i legali della famiglia. I familiari hanno nominato un loro consulente, il medico legale Claudio Cacaci. La famiglia ha inoltre nominato come loro avvocati Laura Ricci, Sergio Del Medico, Chiara Arcangeli e Gianni Padula. La 78enne è stata uccisa la sera della vigilia di Natale nella sua casa a Montecassiano. I familiari, sentiti per molte ore dai carabinieri, hanno riferito che in casa c’è stata una rapina e di aver visto un malvivente che ha legato Arianna e chiuso ne bagno Enrico Orazi, entrambi poi liberati dal nipote. Questa la versione fornita. Rosina, come anticipato ieri,  aveva contattato il centro antiviolenza Sos Donna di Macerata e aveva appuntamento martedì con un avvocato per parlare dei suoi problemi esistenziali. Spesso aveva confidato alle amiche di avere problemi a casa. Non è chiaro se la richiesta di aiuto sia o meno legata al delitto.

caraci-angelici-padula

Da sinistra, il medico legale Claudio Cacaci, al centro Chiara Angelici, avvocato, a destra Gianni Padula, avvocato

Montecassiano_Omicidio_FF-11-650x433

Adriana Orazi giovedì notte esce dalla casa per andare in caserma ed essere sentita

Omicidio_Rosina_Obitorio_FF-1-650x433

«E’ stato un omicidio, verifichiamo la versione dei familiari» Rosina potrebbe essere stata soffocata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X